C'è fumo di Londra a Palazzo Marino? (parte seconda)

smog ticket
Della svolta “ticket di ingresso” a Milano ne abbiamo già parlato. (leggi) Ma l'inquinamento non é soltanto un problema italiano: molte città in Europa si trovano ad essere soffocate dalle microparticelle. Secondo l'ufficio europeo per l'ambiente, nell'ultimo anno, Bruxelles, Riga, Lisbona e Stoccolma hanno ampiamente superato la soglia massima di tolleranza (i 50grammi di Pm10 al metro cubo per 35 giorni l'anno stabiliti dall'Ue). In Italia solo Genova, Catania e Trieste sembrano rispettare i limiti Ue. Il resto d’Europa però sembra che riesca a cavarsela meglio, infatti, in molte città dell'Austria, Svizzera, Francia e Germania, il problema del traffico é stato ridotto. I principali rimedi? Chiusura al traffico dei centri urbani, isole pedonali e ticket di ingresso, sperimentato per la prima volta a Oslo nel 1990 e successivamente a Londra nel 2003. A differenza che a Londra dove il costo del ticket é di 12 euro nella capitale norvegese però si paga poco più di un euro e mezzo. E in Italia? Città come Perugia, Siena e Torino hanno creato ampie zone a traffico limitato e altre totalmente pedonali. La storia cambia per il ticket che, nella capitale milanese, sta creando parecchi problemi. Nelle principali città italiane inoltre é già possibile il "car sharing" dove, invece di essere proprietari del mezzo di trasporto, lo si utilizza quando necessario, pagando in ragione dell'utilizzo fatto. E mentre Regione Lombardia, Provincia e Comune di Milano discutono sul da farsi, facendo a pugni per accaparrarsi la regia della già famigerata pollution charge, che a Londra sembra aver fatto tanti miracoli, i cittadini continuano a farne le spese. (leggi) Sono tre, per ora i punti, che vedono concordi gli enti: 1) il piano é migliorabile 2) rinvio della sperimentazione a dopo febbraio 3) potenziamento dell'offerta pubblica dei trasporti tale da garantire un'alternativa all'uso dell'auto. Speriamo che qualche decisione lungimirante venga presa al più presto e che non sia il solito blocco del traffico o targa alterna che sono solo dei meri palliativi. Per risolvere il problema smog la soluzione é solo una, ovvero ridurre stabilmente il numero di auto in circolazione.

Segnaliamo anche che in Lombardia presto non sarà più obbligatorio, per le macchine con più di quattro anni, esibire il bollino blu. (leggi)

  • shares
  • Mail