Istat: a ottobre fatturato industria giù dell'1,3% su base annua

Ma ordini in aumento dell'1,2% rispetto a ottobre 2012.

a:2:{s:5:"pages";a:2:{i:1;s:0:"";i:2;s:8:"pagina 2";}s:7:"content";a:2:{i:1;s:1272:"

Fatturato in calo per le imprese industriali a ottobre, anche se gli ordini sono in ripresa. L'Istat comunica oggi i dati sul fatturato totale dell'industria, corretto per gli effetti di calendari, che è diminuito dell'1,3% su base annua, con un calo del 3,8% sul mercato interno e un aumento del 4% su quello estero.

Gli ordinativi invece sono cresciuti dell'1,2% rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso. Numeri che confermano quanto l’Italia ancora fatichi ad agganciare l‘agognata ripresa.

L'indice destagionalizzato degli ordini all'industria è sceso a ottobre 2013 del 2,5% dal +1,7% di settembre e l'indice destagionalizzato del fatturato è sceso, sempre su base congiunturale, dello 0,7% sul mese precedente dopo essere aumentato dello 0,1% a settembre.

continua a pagina 2

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

";i:2;s:890:"

pag. 2


Gli indici destagionalizzati del fatturato segnano incrementi congiunturali per i beni di consumo (+2,2%) e per i beni intermedi (+0,3%) e flessioni per i beni strumentali (-4,8%) e per l'energia (-2,9%).

In termini tendenziali l'indice grezzo del fatturato cala dell'1,4% soprattutto a causa della flessione della componente interna dell'energia.

L’aumento su base annua più rilevante per il fatturato lo si ha nella fabbricazione di computer, prodotti di elettronica e ottica (+9,6%), la diminuzione più consistente riguarda invece la fabbricazione di coke e prodotti petroliferi raffinati (-14,2%).

Per quel che riguarda gli ordinativi dell'industria l'incremento tendenziale più massiccio si registra nella fabbricazione di computer e prodotti di elettronica (+24,0%); il calo maggiore nella fabbricazione di macchinari e attrezzature (-5,7%).";}}

  • shares
  • Mail