Vendite e regali di Natale in calo in tutt’Italia

Confesercenti: budget medio sotto 200 euro, reggono solo alimentare e hi-tech.

a:2:{s:5:"pages";a:2:{i:1;s:0:"";i:2;s:8:"pagina 2";}s:7:"content";a:2:{i:1;s:1108:"

Vendite e regali di Natale in netto calo in tutt’Italia ad eccezione degli acquisti di alimentari e prodotti hi-tech. Secondo un sondaggio condotto da Confesercenti tra le imprese del commercio delle principali regioni italiane il budget medio per le spese è al di sotto dei 200 euro.

In Liguria, Veneto, Toscana, Marche, Campania, Puglia e Lazio a far la parte del leone sono le spese alimentari, in Piemonte e Lombardia la preferenza va ai regali da mettere sotto l’albero per i bambini e a quelli tecnologici. In entrambi i casi comunque gli acquisti si orientano soprattutto verso le promozioni.

La flessione delle vendite è lo specchio delle ristrettezze economiche dovute alla crisi.

continua a pagina 2

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

";i:2;s:596:"

pag. 2

Confesercenti segnala cali negli acquisti del 10% in Toscana e Liguria, del 10-15% in Lombardia e del 15-20% nelle Marche. Va meglio in Veneto con un -5%, e nelle tre province campane di Napoli, Salerno, e Caserta con un + 7%.

La spesa media come detto sarà molto modesta, sotto 200 euro, ancora meno nelle Marche e in Puglia, dove siamo sotto i 100 euro, cifra che rappresenta anche il tetto massimo in Piemonte per un consumatore su tre.

In Lombardia e Campania la cifra media di spesa si aggira sui 150 euro, intorno ai 200 euro in Liguria, Toscana, Veneto e Lazio.";}}

  • shares
  • Mail