Saldi invernali: il Codacons prevede un flop

Solo il 35% degli italiani farà acquisti, spesa media 200 euro.

Consumi al palo e previsioni fosche per i prossimi saldi in partenza il 4 gennaio in gran parte delle regioni italiane. Secondo le stime del Codacons sull'andamento delle vendite durante il periodo di sconti quest’anno andrà peggio dello scorsa stagione di saldi invernali.

Infatti, in base all’analisi dell’associazione dei consumatori, a gennaio 2014 solo il 35% delle famiglie farà qualche acquisto durante gli sconti, a fronte del 40% registrato per i saldi invernali 2013, con la spesa media che supererà i 200 euro.

Il presidente del Codacons Carlo Rienzi spiega:

''Far partire i saldi subito dopo Natale è una scelta suicida, perché i portafogli dei consumatori sono stati svuotati dalle spese per le festività natalizie e di Capodanno Tutti gli indicatori economici ci dicono poi che le famiglie hanno drasticamente tagliato i consumi addirittura nel settore alimentare, e rinunciano del tutto ai beni non indispensabili. I saldi diventano quindi sempre più un lusso per ricchi e non a caso gli unici negozi che nonostante la crisi registrano vendite positive sono le boutique d'alta moda''.

Le vendite in regime di sconti sul territorio nazionale faranno segnare una riduzione media del -12,5% rispetto ai precedenti saldi invernali, con punte del -30% nelle città del Sud Italia.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail