Saldi invernali 2014: aumentano gli acquisti sul web

I saldi ai tempi della crisi: budget sotto 200 euro per il 77% degli italiani. Crescono gli acquisti online. L’analisi di Confcommercio-Imprese per l'Italia.

I saldi invernali 2014 sono appena iniziati ma è già tempo di un primo bilancio previsionale per Confcommercio secondo cui la percentuale di italiani che acquisterà ai saldi rimane sì elevata (il 58,3%), ma in calo del 2,2% rispetto all’anno scorso.

È boom invece per gli acquisti, in saldo, online: sono cresciuti del 37% contro il 27% dell’anno scorso. Comprare sul web è considerato sempre più sicuro e conveniente. A livello territoriale non si notano particolari differenze, a pesare è piuttosto la distanza generazionale tra le fasce d’età inferiori ai 44 anni e quelle superiori, meno aduse all’utilizzo della rete o comunque meno propense a usarla in generale.

L'indagine sui saldi invernali 2014 realizzata di Confcommercio-Imprese per l'Italia in collaborazione con Format Research rileva poi il calo (-6,3%) del numero dei consumatori che aspettano il periodo di saldi, che lo ritengono insomma importante per comprare quello che durante il resto dell’anno non sarebbe accessibile. Tendenza che si riflette nella aspettative dei commercianti che stimano una lieve flessione delle visite in negozio da parte dei clienti (-0,4%).

Il 67% dei consumatori concentrerà i propri acquisti nei negozi abituali, l'83% comprerà prodotti sia di marca che non di marca, ma è in diminuzione la percentuale di quanti si dicono interessati solo e soltanto all'acquisto di prodotti “griffati”, il 4,3% in meno rispetto al 2013. Il 76,7% degli italiani che faranno acquisti nella stagione dei saldi dichiara che spenderà una cifra inferiore 200 euro, percentuale comunque in crescita dell’8% rispetto ai saldi invernali 2013 quando (68,7%).

© Foto Getty Images

  • shares
  • Mail