Sanremo 2014: raccolta pubblicitaria stimata in 17,5 milioni

Festival di Sanremo 2014

Quanto costerà il Festival di Sanremo alla tv pubblica? Circa 17 milioni di euro, 10 per la produzione e 7 per la convenzione che la Rai paga al Comune di Sanremo.

Certo si tratta di cifre importanti ma ampiamente (ri)pagate dalla raccolta pubblicitaria stimata ai piani alti di Viale Mazzini: 17,5 milioni. Così ha spiegato oggi all’agenzia Il Velino Fabrizio Piscopo, amministratore delegato di Rai Pubblicità:

"L’anno scorso abbiamo fatto una raccolta netta di 17 milioni di euro. L’obiettivo di quest’anno, visto che pensiamo che aumenti anche l’audience, sarà leggermente superiore. Diciamo un 5 per cento in più, contiamo di chiudere a 17,5 milioni".

Le stime si basano ovviamente anche sull’andamento della raccolta pubblicitaria per la prossima edizione della kermesse canora, andamento che fin qui:

"È davvero buono. Ce la facciamo. Certo non li abbiamo ancora tutti in cassa ma in termini previsionali l’obiettivo è davvero alla nostra portata".

I tempi in cui il Festival faceva segnare un pesantissimo passivo tra costi e ricavi - quasi 10 milioni nel 2009 e 8 nel 2010 - sono archiviati. Per spot e tele promozioni di questa 64esima edizione del Festival di Sanremo (dal 18 al 22 febbraio) i committenti dovranno insomma sborsare il 5% in più rispetto all’anno scorso.

I big spender possono arrivare a pagare sino a 2 milioni e 350mila euro per 5 tele promozioni di un minuto, una per ciascuna serata. 30 secondi di spot potranno costare fino a 231mila euro. Cinque farfalle da 10 secondi: 676mila euro. Cifre enormi, ma da scontare all'insegna della politica commerciale più flessibile e pragmatica inaugurata e portata avanti, con indubbio successo, dall’ad Piscopo in Rai.

L’anno scorso le 5 serate del festival ebbero una media di oltre 12 milioni di audience e uno share attorno al 46%. Musica per le orecchie dei grandi inserzionisti di pubblicità.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail