La Chrysler passa a Fiat: firmato l'accordo con Veba

Nasce Fiat Chrysler Motor Company, settimo produttore del mondo.

Marchionne trasloco fiscale Fiat

È stato definitivamente firmato l'accordo con il fondo Veba del sindacato americano Uaw, che sancisce il passaggio del 41,46% di Chrysler detenuto da Veda alla Fiat, che sale così al 100%. Il costo complessivo dell'operazione è stato di 3,6 miliardi di dollari: 1,7 da Fiat e 1,9 da Chrysler, un dividendo straordinario che l'azienda pagherà a tutti gli azionisti. In base agli accordi saranno versati altri 700 milioni di dollari al fondo Veba in 4 quote da versare al fondo pensioni del sindacato Uaw. La prima è stata versata da Chrysler in concomitanza con la chiusura dell'accordo.

La chiusura dell'accordo era prevista per ieri, lunedì 20 gennaio, forse dimenticando che quel giorno è festivo negli Stati Uniti, per la precisione si tratta del Martin Luther King Day e di conseguenza le banche sono chiuse. Completato definitivamente il passaggio di Chrysler nelle mani della Fiat, nasce ora il gruppo Fiat Chrysler Motor Company, che diventa automaticamente il settimo produttore di automobili nel mondo.

Adesso si attendono soprattutto i piani di rilancio di Sergio Marchionne, che punteranno soprattutto sul segmento di lusso e quindi sui marchi storici di Alfa Romeo e Maserati. Con la possibilità che le fabbriche italiane tornino a lavorare a pieno ritmo.

  • shares
  • Mail