Carburanti: prezzi in rialzo per la benzina, ma ENI resta ferma

I mercati proseguono la salita e i prezzi sulla rete carburanti nazionale si adeguano.

Prezzi carburanti 14 febbraio 2014

Lentamente continuano a salire i prezzi raccomandati dei carburanti alla pompa, soprattutto per la verde. La quotazione del prodotto è in aumento da una settimana e ciò non poteva che tradursi in aumenti alle colonnine.

Secondo la rilevazione di Staffetta Quotidiana oggi 14 febbraio hanno ritoccato all'insù i prezzi TotalErg, con un incremento di 0,5 centesimi sul prezzo della benzina, Q8 sempre di 0,5 centesimi sulla verde, e Shell che alza di un centesimo sia il prezzo della benzina che quello del gasolio.

Il market leader ENI che di solito detta la linea rimane per ora alla finestra contribuendo, senza fare nulla, a calmierare la situazione.

Secondo il servizio Check-Up Prezzi di Quotidiano energia la media ponderata nazionale dei prezzi della verde tra le diverse compagnie in modalità servito arriva così oggi a 1,778 al litro, quella del diesel si attesta a 1,708 euro e quella del Gpl a 0,817 euro/litro.


In alcune aree le punte per la verde arrivano fino a 1,824 euro al litro, per il diesel a 1,749 euro e per il Gpl a 0,839. A livello Paese in modalità servito il prezzo medio della benzina oscilla oggi da 1,761 euro al litro di Eni a 1,778 euro di IP, no-logo a 1,659 euro/litro. Per il gasolio si va da 1,693 euro di Esso a 1,708 di IP, no-logo a 1,578 euro/litro. Il prezzo del è tra 0,793 euro al litro di Eni e 0,817 di IP, no-logo a 0,762 euro.

(nel video di TgLa7: In Italia i carburanti più cari d'Europa).

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail