Della Valle dà dell’imbecille a John Elkann

Dura presa di posizione di Mister Tod's contro il nipote dell'avvocato Agnelli che ieri aveva detto: "il lavoro c'è, ma ai giovani manca l’ambizione, stanno bene a casa".


Il giorno dopo che il rampollo di casa Fiat, presidente del Lingotto per linea dinastica, John Elkann aveva dato dei "bamboccioni" ai giovani italiani, arriva la dura replica del patron di Tod’s e della Fiorentina Diego Della Valle:

"Il poveretto di John Elkann non perde mai tempo di ricordare agli italiani che è un imbecille (...). Dovrebbe essere tenuto a riposo o mandato a sciare o a vela, è una vergogna"

attacca il presidente della Viola riferendosi al nipote dell’avvocato Agnelli.

Secondo Della Valle Yaki:

"è uno che appartiene a una famiglia che ha distrutto una quantità industriale di posti di lavoro e di conseguenza anche la speranza di molti giovani".

E ancora:

"Uno che si permette di dire che i ragazzi stanno a casa perché non hanno voglia di lavorare, anche se il lavoro c'è, è un imbecille. Allora lo tengano a casa sua (...). Dovremmo fare un referendum per chiedere se li vogliamo ancora in Italia".

Le parole di Diego Della Valle sono state raccolte in piazza della Signoria a Firenze dalla stampa. Si attende la controreplica del diretto interessato.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: