Stretta della Fed sui capitali delle banche estere: regole più rigide

Gli istituti di credito "stranieri" dovranno fare propri i requisiti di capitale e di liquidità in vigore per le grandi banche USA.

(FILES) File photo dated August 09, 2011

Dopo aver provocato la tempesta finanziaria globale legata all’esplosione della bolla dei mutui subprime (era la fine del 2007), con la conseguente crisi trasferitasi sull’economia reale su scala globale, gli Usa ora operano una stretta sulle grandi banche straniere attive in America, per tutelare i contribuenti statunitensi, si dice.

Il board della Federal Reserve guidata dalla nuova governatrice Janet Yellen all'unanimità ha infatti stabilito che tutte le operazioni dei grossi gruppi bancari esteri con asset per più di 10 miliardi di dollari finiranno sotto la lente d’ingrandimento della vigilanza della banca centrale Usa.

Gli istituti di credito "stranieri" dovranno fare propri i requisiti di capitale e liquidità in vigore per le grandi banche americane e sottoporsi agli stress test della Federal Reserve alla quale andranno presentati piani dettagliati sulla capacità di gestione e prevenzione dei rischi.

Se soggette a stress test in diverse giurisdizioni, le banche estere operanti in Usa (19 in tutto) non potranno più scegliere se e quali operazioni sottoscrivere, dovranno bensì rispettare le regole per gli asset vigenti in America.

Le banche estere - la tedesca Deutsche Bank e l’inglese Barclays sono tra quelle che operano più ampiamente negli States - avranno comunque un anno di tempo per abituasi ai nuovi standard richiesti.

Dal Board della Fed fanno sapere che:

"Il contributo più importante che possiamo dare al sistema finanziario globale è quello di assicurare stabilità al sistema finanziario Usa".

Nel vecchio continente e in Asia la mossa della banca centrale Usa suscita però dubbi e preoccupazioni per un possibile conflitto che potrebbe nascere tra l'imposizione (ma sarebbe meglio dire tentativo d'esportazione) delle regole della Federal Reserve e quelle nazionali.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail