Carnevale di Venezia: ipotesi ticket

Lo dice l'assessore alla cultura che da anni propone di cambiare registro. Secondo l'assessore alle manifestazioni storico-culturali però la città è già attrezzata.

Nel weekend scorso con il Volo dell’Angelo il Carnevale di Venezia è entrato nel vivo e la città lagunare è stata invasa da oltre 135mila turisti. Oggi l’assessore alle politiche culturali Angela Vettese ha (ri)proposto che venga istituito un ticket, un biglietto d'entrata o di uscita:

"Sono contro il numero chiuso di Venezia ma a favore del pagamento di un biglietto di ingresso in piazza nelle tre occasioni all’anno in cui si trasforma in teatro".

L’idea sarebbe quella di limitare l’entrata, facendola pagare, sul ponte della Libertà o a Piazza San Marco per evitare il caos e la congestione dei giorni scorsi.

Venice Carnival 2014

Ma c’è anche una questione sicurezza da non sottovalutare, aggiunge Vettese:

Se si vogliono lasciare le cose così, si devono predisporre dei corridoi di fuga.

Del resto se è vero che la città è stata letteralmente imbottigliata nel weekend e anche in questi giorni per i veneziani fare una passeggiata diventa una sorta di corsa a ostacoli, è altrettanto noto che in queste settimane si fanno affari d’oro con i ricchi turisti italiani e stranieri che affollano le vie della città, le mostre, i teatri e le esclusive feste nei palazzi storici.

L’assessore alla cultura ha proposto di estendere l’iniziativa del ticket anche e Capodanno e alla festa del Redentore, a luglio.

ITALY-CARNIVAL-VENICE

Il carnevale di Venezia, per molti il più suggestivo e certo tra i più belli del mondo, produce un giro d’affari stimato (nell'anno 2011) in 50 milioni di euro. Le manifestazioni - sotto la direzione artistica di Davide Rampello - sono iniziate il 15 febbraio e si concluderanno il 4 marzo. Il Ballo del Doge è previsto per giorno 1.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail