Governo Renzi: Enrico Morando viceministro all'Economia

Considerato un esponente dell'area liberal del Pd, è stato eletto la prima volta nel 1994 e rieletto nel 1996, 2001, 2006 e 2008.

Enrico Morando, nuovo viceministro all'Economia con Luigi Casero nel governo Renzi, è un politico di lungo corso. Classe 1950, ha iniziato la sua carriera nel Partito Comunista Italiano di cui è stato segretario provinciale ad Alessandria nel 1976. Negli anni '80 è entrato a far parte della segreteria della Regione Piemonte ed è diventato un esponente della corrente del Migliorismo, facendo parte anche del Comitato Centrale che preparò le tesi per il congresso di Firenze del 1986.

L'attività di Morando all'interno del PCI è sempre stata frenetica e ha ricoperto ruoli di grande rilevanza. Nel 1994 è entrato per la prima volta in Parlamento come senatore della XII Legislatura ed è anche diventato membro della segreteria nazionale del Partito Democratico della Sinistra con Walter Veltroni segretario: Morando è stato responsabile delle politiche sociali e poi del dipartimento economico.

Anche dopo le elezioni del 1996, del 2001, del 2006 e del 2008 è stato riconfermato senatore. In pratica, dalla XII alla XVI Legislatura è stato sempre presente. Nel 2007, inoltre, è stato uno dei membri del Comitato nazionale per il Partito Democratico e alle primarie di quell'anno ha sostenuto Walter Veltroni al fianco del quale è rimasto per le elezioni politiche del 2008 e anche come coordinatore del governo ombra del PD voluto proprio dall'ex sindaco di Roma. Quando Veltroni si è dimesso, nel 2009, Morando è stato nominato Commissario straordinario del PD a Napoli fino a novembre di quell'anno.

Enrico Morando è tra i fondatori della Fondazione Scuola di Politica (nel 2008). Inoltre, è stato membro della quinta commissione Bilancio e Programmazione economica e nel 2012 ha presentato un emendamento per inserire la privatizzazione dell'acqua nella manovra economica del governo Monti.

È tra i redattori del manifesto Un'agenda per Renzi con Giorgio Tonini, Antonio Funiciello e Dario Parrini.

Enrico Morando viceministro

  • shares
  • Mail