Fitch sull'Italia: cresce la disoccupazione, ripresa modesta

Il "Global Economic Outlook" di Fitch prevede per l'Italia una disoccupazione in salita quest'anno e una ripresa modesta nel 2014-2015.

Doccia fredda da parte della più piccola delle tre maggiori agenzie di rating internazionali sulla ripresa dell'economia italiana nel 2014-2015. Secondo gli analisti di Fitch in questo biennio la crescita sarà modesta, compresa tra lo 0,6% quest'anno e l'1% del 2015.

Nel suo "Global Economic Outlook" in relazione al Belpaese l'agenzia di rating spiega che a trainare l'economia in questo e nel prossimo anno sarà specialmente l'export di prodotti italiani mente i consumi interni resteranno al palo.

La disoccupazione, attualmente al 12,9%, salirà fino al suo picco record nel 2014 scendendo poi leggermente al 12,2% l'anno successivo, con le offerte di lavoro che dovrebbero iniziare ad aumentare progressivamente.

Per l'eurozona invece Fitch ha rivisto al rialzo le previsioni di crescita per il 2014-2015. Quest'anno il Pil dei 18 Paesi della moneta unica europea dovrebbe crescere dell'1,1%, lo 0,2% in più dello 0,9% della precedente stima, e dell'1,4% nel 2015, dal +1,3% precedente.

Secondo l'agenzia statunitense di valutazione del credito e rating, con sedi principali a New York e Londra, il miglioramento generale della fiducia unito alla normalizzazione dei mercati finanziari porterà alla crescita dei consumi all'interno dell'area euro.

Tornando all'Italia a marzo scorso Fitch aveva tagliato il giudizio sul nostro debito sovrano a BBB+ (da A-), un livello medio basso, giustificando il downgrade con l'impasse politica post elettorale e la recessione economica.

Rating Usa

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail