Immatricolazioni auto in Europa +8% a febbraio. FCA +5,8%

Fiat Chrysler Automobiles (FCA) a febbraio ha immatricolato in Europa più di 59mila auto: +5,8% in più sull’anno scorso.

Crescono a febbraio le immatricolazioni di nuove auto nei 28 paesi dell'Unione europea: dell'8% rispetto a febbraio 2013, a quota 861.058 unità. E se è vero che questo è il sesto mese consecutivo di rialzi per il mercato dell'auto nell'Ue rimane il fatto che il dato rappresenta il risultato più basso dal lontano febbraio 2003, da quando cioè l’Acea - l'associazione dei produttori europei di auto -, ha cominciato con le serie storiche.

Nei primi due mesi del 2014 le immatricolazioni in Europa sono aumentate del 6,6% a 1.796.797 unità. Nei 28 paesi dell'Ue più l'area Efta le vendite hanno fatto segnare un incremento del 7,6% a febbraio e nei primi due mesi dell'anno del 5,4%.

E in Italia com'è andata? Le nuove immatricolazioni a febbraio mostrano un +8,6%. Nel resto d'Europa +8,3% in Germania, +17,8% in Spagna, +3% in Inghilterra e -1,4% in Francia, in controtendenza.

Tra gennaio e febbraio 2014 la domanda di auto è salita in Italia del 6% a fronte del + 5,7% della Germania e del +6,1% della Gran Bretagna.

Fiat Chrysler Automobiles (FCA) a febbraio 2014 ha immatricolato nel vecchio continente oltre 59.000 auto, ovvero il 5,8% in più sull’anno scorso. Le city car più vendute in Europa sono state la Panda e la 500, per una quota di mercato pari al 29,9% nel segmento A.

La 500L invece è stata la più venduta del suo segmento (20,5%). Il marchio Jeep cresce pure, in quasi tutti i mercati principali, Alfa Romeo va bene Germania ed è boom per Lancia in Francia. Nei primi due mesi dell'anno FCA ha immatricolato nel complesso oltre 119.000 vetture, l’1,7% in più sull'anno scorso, per una quota di mercato del 6,4%.

GERMANY-AUTOMOBILE-ECONOMY-FAIR-IAA

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail