Carburanti: prezzi di benzina e diesel fermi

I prezzi dei carburanti alla pompa oggi rimangono stabili nonostante l'aumento delle quotazioni dei prodotti raffinati.

Vediamo la situazione sulla rete di distribuzione carburanti nazionale con l'aiuto di Staffetta Quotidiana secondo cui dopo i piccoli aggiustamenti al ribasso visti venerdì, e un weekend all'insegna della stabilità, stamattina i prezzi alla pompa rimangono invariati anche se intanto quelli internazionali sono balzati vero l'alto.

Spiega SQ:


“Le quotazioni dei prodotti raffinati hanno subito venerdì un forte aumento, nonostante il leggero incremento dell'euro nei confronti del dollaro (cambio euro/dollaro di venerdì a 1,378 da 1,3762). La benzina ha chiuso a 546,1 euro per mille litri (+17,5), il diesel a 573,3 euro per mille litri (+14,75)”.

C'è da attendersi perciò nuovi rincari ma per ora le medie di "verde" e gasolio rimangono ferme, rispettivamente a 1,778 e 1,695 euro/litro, così come restato invariati anche i prezzi dei carburanti gassosi, con il gpl a 0,751 euro. In lieve rialzo sono invece già oggi i distributori No-logo più sensibili alla salita delle quotazioni internazionali.

Per i prezzi alla colonnina, sempre secondo la rilevazione di Staffetta Quotidiana, le compagnie che oggi praticano quelli più bassi sono Eni ed Esso. Le medie ponderate nazionali dei prezzi tra le diverse compagnie in modalità servito si attestano a 1,791 euro al litro per la benzina e a 1,706 euro al litro per il diesel. Il gpl del market leader Eni non oltrepassa 0,766 centesimi di euro al litro, il prezzo del metano è a 0,994 euro al kg.

Carburanti prezzi

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail