Finanziaria 2007: con la nuova curva Irpef assegni familiari più ricchi

assegno familiare
La Finanziaria è andata a ridisegnare una nuova curva dell’Irpef e, sicuramente, c’è già chi si starà facendo i conti in tasca. Ma prima di fasciarsi la testa è sempre meglio aspettare, perché, per capire se il proprio reddito disponibile è aumentato o diminuito, quest’anno, non basterà guardare più aliquote e detrazioni: cambia infatti anche la nuova disciplina degli assegni per il nucleo familiare.

Ne parla il Sole24Ore di ieri che nella sezione norme e tributi pubblica la nuova tabella per l’assegno familiare annuo. “Niente di confermato – ci hanno risposto secco dall’INPS – perché le nuove tabelle non sono ancora state approvate.” Spetta all’istituto di previdenza sociale infatti l’ultima parola sulla tabella unica che andrà a sostituire le ex tabelle 11 e 12. Per l’effettiva applicazione occorrerà quindi attendere a pié fermo le istruzioni INPS.

Intanto due significative novità balzano subito all’occhio: la prima è che scompare la distinzione tra nucleo con entrambi i genitori e nucleo monoparentale, distinzione che diviene irrilevante ai fini del diritto all’assegno “base” ma che assume rilievo ai fini del riconoscimento dell’assegno aggiuntivo. La seconda è che l’importo diviene “personalizzato in funzione dello specifico livello di reddito grazie ad un meccanismo di calcolo che tiene conto dello scaglione di reddito.

L’esatto ammontare della prestazione – scrive infatti il Sole24Ore – è determinato con un’operazione matematica in base alla quale si parte da un valore fisso massimo di 1.650 euro (corrispondente al reddito fino a 12.500 euro) che poi, progressivamente, viene decurtato di un importo variabile in funzione dei diversi scaglioni in cui è ripartito il reddito.

Ecco la tabella unica come riportata dal quotidiano economico finanziario

Le situazioni
finanziaria 2007 tabella assegni familiari

N.B.Le nuove regole in materia di assegni per il nucleo familiare decorrono a far data dal 1° gennaio '07 ma per la loro applicazione bisogna attendere le istruzioni dell'INPS e l'emissione delle nuove tabelle da parte dell'istituto. (Noi le abbiamo chieste ma ci hanno risposto picche!) Una volta diffuse le nuove tabelle spetterà poi ai datori di lavoro, che pagano l'assegno su richiesta diretta del lavoratore, aggiornare l'importo della prestazione sulla base delle domande presentate per il periodo luglio 2006-giugno 2007.

  • shares
  • Mail