Fisco, reddito medio sotto i 20mila euro

Diffusi dal Ministero dell'Economia i dati sulle dichiarazioni dei redditi 2012, presentate nel 2013: il 5% dei contribuenti con i redditi più alti dichiara il 22,7% del reddito complessivo

Il Ministero dell'Economia e Finanze ha diffuso oggi i dati relativi alle dichiarazioni dei redditi consegnate nel 2013, relative quindi ai redditi dell'anno 2012.

La prima cosa che i tecnici del MEF tengono a sottolineare, in un quadro di dati decisamente poco rassicuranti (sopratutto perchè reali, anche se si riferiscono al 2012), è che nel 2012 il PIL ha avuto una consistente contrazione (-0,8% in termini nominali e -2,5% in termini reali): una differenza che ha inciso molto, sopratutto perchè i due anni precedenti erano stati caratterizzati da una "lieve ripresa".

Secondo quanto emerge dai dati del Ministero il reddito medio in Italia ammonta a 19.750 euro (+0,5% rispetto al 2011, dato lordo), mentre il netto scende a 14.870 euro (più basso rispetto al 2011); il dato più drammatico, a parere di chi scrive, riguarda tuttavia la disparità tra i redditi bassi e quelli molto, molto alti.

La metà dei contribuenti ha infatti un reddito complessivo dichiarato inferiore a 15.654 euro mentre da solo il 5% dei contribuenti con i redditi più alti dichiara quasi il 23% del reddito complessivo italiano: una disparità che diventa insopportabile se osserviamo come il 90% degli italiani abbiano un reddito inferiore ai 35.819 euro (non certamente una cifra da Paperoni).

800 miliardi di euro è il reddito complessivo dichiarato dai cittadini italiani nel 2012: i dati mostrano come la grande discriminante sia il peso dell'Irpef netto, in media di 4.880 euro. Ciò significa che il reddito netto è in media di 14.870, meno di 1.240 euro al mese.

I lavoratori autonomi hanno il reddito medio più elevato, pari a 36.070 euro, mentre il reddito medio dichiarato dagli imprenditori è pari a 17.470 euro: una disparità, anche questa, che fa storcere il naso a molti. Occorre tuttavia ricordare che la definizione di "imprenditori" non riguarda i titolari di società, quanto piuttosto quelli di ditte individuali che non hanno necessariamente dipendenti. Il reddito medio dei pensionati è di 15.780 euro e il reddito medio da partecipazione in società di persone ed assimilate è pari a 15.850 euro.

113.000 italiani hanno dichiarato immobili situati all’estero per un valore di circa 23 miliardi di euro, mentre i soggetti che risultano aver dichiarato attività finanziarie detenute all’estero sono circa 130.000 per un ammontare di 28 miliardi di euro: i redditi da fabbricati, in Italia, ammontano a 21,2 miliardi di euro complessivi.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

Segreto-bancario-finito

  • shares
  • Mail