DEF: residenze fittizie all’estero nel mirino dell'Agenzia delle entrate

Le nuove misure in materia di lotta all’evasione fiscale contenute nel Documento di economia e finanza, nella sezione Programma nazionale di riforma. Precisazioni anche sul Redditometro.

Giro di vite sulle residenze fittizie all’estero. Dopo aver stilato la mappa della rischiosità fiscale in Italia, l’Agenzia delle entrate mette in campo un nuovo applicativo (Sonore) che permetterà di selezionare le persone fisiche che mostrano un profilo ad alto rischio di evasione fiscale.

Con il nuovo meccanismo si individueranno anche le posizioni di stranieri che vivono e lavorano da anni in Italia senza aver mai formalizzato né la propria residenza né il proprio impiego sottraendosi così agli adempimenti fiscali.

Le novità in tema di lotta all'evasione sono contenute nel Documento di economia e finanza (DEF) sezione terza - Programma nazionale di riforma (parte seconda), licenziato dal governo Renzi tre giorni fa.

Nel documento si citano la normative in materia fiscale degli ultimi anni, tirando le somme su quello che è stato fatto, con le deleghe contenute nella legge di riforma del sistema fiscale. Nella terza sezione del Def si parla approfonditamente anche del Redditometro (lo strumento di accertamento sintetico e presuntivo del reddito bocciato dalla Cassazione) e delle misure che l’Agenzia seguirà per il suo utilizzo.

Ad esempio il criterio delle spese medie Istat non potrà essere usato per determinare spese per le quali il fisco non ha evidenze certe. Inoltre il fitto figurativo non sarà preso in considerazione per selezionare i contribuenti da sottoporre all’accertamento presuntivo.

Agenzia entrate concorsi 2014

  • shares
  • Mail