Carburanti: nuovi rialzi dei prezzi per benzina e diesel, gpl fermo

Rincari maggiori presso i distributori Shell.

Tornano a pesare i rialzi dei prezzi dei carburanti alla pompa dopo gli aumenti delle quotazioni dei prodotti raffinati sul mercato del Mediterraneo. Ieri la quotazione della benzina è salita a 563 euro per mille litri (+2) e quella del diesel a 571 euro per mille litri (+5).

Secondo la rilevazione di Staffetta Quotidiana, ad aprire le danze stamattina è stato il market leader ENI che ha alzato aumentato i prezzi consigliati di 1,5 centesimi per la benzina e di 0,5 centesimi per il gasolio.

Si muove con un ritocco verso l'alto anche TotalErg, solo sulla verde, aumentata di 0,5 centesimi. L'incremento più rilevante è però quello praticato da Shell, che alza di 2 centesimi al litro il prezzi di entrambi i carburanti.

Le medie ponderate nazionali dei prezzi tra le diverse compagnie in modalità servito salgono così per la benzina a 1,827 euro al litro, 8 centesimi in più, e per il diesel a 1,730 euro al litro, cioè 3 centesimi in più.

Buone nuove solo per i carburanti gassosi, il Gpl Eni è se non altro fermo, a 0,766 euro al litro, come il metano, a 0,99 euro al kg.

I prezzi rilevati da Staffetta Quotidiana sono relativi allea modalità servito e calcolati sulla base di molteplici rilevazioni e al netto di differenziali e sconti di tipo fiscale, geografico, d'orario d'apertura, self pre e post pay e così via. La media nazionale dei prezzi è ponderata in base alle quote delle varie compagnie di distribuzione, delle pompe bianche e di quelle della Gdo.

Carburanti prezzi oggi

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail