Decreto Irpef, Giorgio Napolitano firma

In mattinata l'incontro chiarificatore con Padoan


Dopo qualche ora di suspense, seguita al colloquio al Quirinale con il ministro dell'Economia Padoan, Giorgio Napolitano firma il decreto Irpef, che così diventa legge.

Padoan convocato al Quirinale


Era atteso per oggi il via libera al Decreto Irpef, quello dei tanto sospirati 80 euro in più in busta paga, ma è spuntato un intoppo. Giorgio Napolitano ha infatti convocato al Quirinale il ministro dell'Economia Padoan per avere "chiarimenti" sul contenuto del decreto licenziato dalle Camere.

La convocazione è avvenuta in tarda mattinata, annunciata da una laconica nota dell'ufficio stampa del Quirinale, e non è trapelato nulla sul contenuto del colloquio, né su quali punti del decreto il Capo dello Stato avesse bisogno di chiarimenti.

L'incontro, definito "uno scambio di opinioni", potrebbe preludere a interventi correttivi sul testo, come anche a una firma senza modifiche da parte di Napolitano. Sta di fatto che stamattina Forza Italia aveva fatto sentire forte la propria voce chiedendo al Presidente della Repubblica di non firmare il decreto, adducendo come motivazione la mancanza di coperture certe e strutturali per il provvedimento che dovrebbe portare 640 euro in più all'anno in busta paga per 10 milioni di lavoratori. Il rischio paventato dal capogruppo Brunetta è quello di una nuova procedura d'infrazione dell'Ue contro il nostro paese.
renzi-padoan

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail