Corriere.it a pagamento entro fine 2014

Svolta a Via Solferino: l'amministratore delegato di Rcs Pietro Scott Jovane spiega il nuovo modello di business che CorSera.it intende perseguire per i contenuti esclusivi. Funzionerà?

Entro la fine del 2014 il sito del Corriere della Sera, di recente sottoposto a un non fortunatissimo restyling, sarà a pagamento.

A dirlo è l'amministratore delegato di Rcs, Pietro Scott Jovane, stamattina e Caffè Affari programma di Class-Cnbc, la tv del gruppo Class.

Secondo l'ad:

“tutti gli editori dovrebbero prendere delle decisioni importanti. Noi lo abbiamo fatto in Spagna mettendo a pagamento El Mundo e in Italia faremo altrettanto. Entro la fine di quest'anno Corriere.it sarà a pagamento ma in una logica di club; ossia chi apparterrà a questo club potrà accedere a dei contenuti esclusivi".

Sul restyling del sito Corriere.it il manager ha spiegato che:

"siamo partiti con l'immagine di un sito che poteva raccontarsi oltre l'utilizzo della parola scritta: con immagini e video. Il sito della Gazzetta ha avuto subito un grande successo; quello del CorSera ha spiazzato i lettori. Questo rappresenta un'opportunità per aggiustare e integrare il sito; cosa che abbiamo fatto negli ultimi due mesi per andare incontro alle esigenze del lettore".

Scott Jovane ha poi parlato della persistente importanza della carta stampata:

"L'88% dei ricavi deriva da qui. E' essenziale garantire a chi legge su carta di poterlo continuare a fare. Poi c'è ovviamente la tecnologia e noi abbiamo innovato. Rcs ha anche il comparto libri e nonostante il mercato stia attraversando una fase complessa noi stiamo crescendo".


Sulla raccolta pubblicitaria il ceo ha precisato che:

"Rcs è in un'ottima situazione competitiva nel 2014 che sarà un anno ricco di appuntamenti sportivi. Il secondo trimestre sarà molto importante e già a maggio si è registrata una crescita"

I dati Audi­web del mese di marzo hanno mostrato che dopo il restyling del sito web, con un lay­out che preferiva le immagini al testo, Corriere.it ha fatto segnare la peggiore perfor­mance tra le testate prese in esame, per un calo delle pagine viste del 30,6% e una fles­sione degli utenti unici dell’8,4% sul mese precedente.

(Nel video: Pietro Scott Jovane a Digital Italia 2013 - Capri, ottobre 2013)

 RCS tagli esuberi

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail