La PlayStation Sony sbarca in Cina

Solo nella zona di libero scambio di Shanghai.

La multinazionale giapponese Sony sbarca sul mercato più grande del pianeta con la sua Playstation dopo aver siglato un accordo con Shanghai Oriental Pearl Group, società a controllo statale, per produrre e vendere la famosa console per videogiochi in Cina.

Per l'operazione Sony metterà in piedi due joint venture con la suddetta società cinese, appunto nella zona di libero scambio di Shanghai. Sony deterrà una partecipazione del 49% in una joint venture e una partecipazione del 70% nella seconda.

L'accordo è stato firmato otto mesi dopo la decisione del governo centrale cinese di cancellare il divieto di vendita di console per videogiochi in vigore da più di dieci anni. L'intesa consente alle società straniere di venderle, insieme ai giochi, sempre che tutto avvenga solo e soltanto nella zona di libero scambio di Shanghai.

A settembre 2013, subito dopo l'abolizione del divieto, Microsoft ha investito 237 milioni di dollari in una joint venture con BesTv New Media, controllata dalla società statale Shanghai Media Group, per sviluppare giochi nella zona free trade della città.

JAPAN-IT-INTERNET-GAMES-SONY

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail