Federalberghi, ponte del 2 giugno: "solo 5,8 milioni di italiani in vacanza"

Ecco i dati di Federalberghi relativi al turismo italiano in questo weekend lungo del 2 giugno.

i prezzi delle vacanze al mare per agosto 2013 in Italia e in altri Paesi del Mediterraneo

Primo assaggio di vacanze estive per 5,8 milioni di italiani in questo ponte del 2 giugno, quasi 2.5 milioni in meno rispetto a tre anni fa, quando il 2 giugno cadeva di giovedì. E’ quanto rivela oggi il rapporto di Federalberghi, che conferma come la maggior parte delle persone che si metteranno in viaggio resterà in Italia (l’88%) e dormirà fuori casa per almeno una notte.

Nonostante la spinta ai consumi data dal famoso bonus Irpef di 80 euro stimata da Confesercenti, gli italiani preferiscono andarci cauti e approfittare di questo ponte per dedicarsi ad altro: 4 su 10 resteranno a casa, il 17% ha in programma una passeggiata all’aria aperta, il 13% si concederà una giornata al mare e il 7% ne approfitterà per recarsi in un agriturismo.

In generale, comunque, chi si metterà in viaggio per il weekend resterà in Italia: il 62% di questi si recherà al mare, metà più gettonata in questo momento di bel tempo, mentre il 14% sceglierà una località di montagna. Solo il 12% dei viaggiatori ha scelto di visitare una città d’arte e il 4% opterà per un weekend al lago. L’1%, invece, si concederà una località termale o comunque incentrata sul benessere personale.

Federalberghi conferma che questo weekend sarà all’insegna del risparmio. La spesa media pro-capite, che include il costo del viaggio e dell’alloggio, sarà di circa 266 euro: 236 per quell’88% che resterà in Italia e 533 euro per chi andrà all’estero.

Dove alloggeranno i nostri connazionale per le 2,8 notti che passeranno fuori casa? Il 31% sarà ospite di amici e parenti, il 29% starà in albergo e il 17% sfrutterà la casa di proprietà. Percentuali minori per gli italiani che alloggeranno in Bed&Breakfast (7%), sostenendo una spesa nettamente inferiore rispetto a un albergo, e quelli che si dedicheranno al campeggio (5%).

Sono dati deludenti quelli che emergono dalle previsioni turistiche degli italiani per il ‘ponte’ del 2 giugno. Il dato assoluto è preoccupante, soprattutto per il fatto che da sempre questo ‘ponte’ rappresenta il banco di prova per l’ormai imminente stagione estiva.

Parola di Bernabò Bocca, Presidente della Federalberghi, che ha così concluso il suo commento a questi dati:

Dopo l’annuncio una settimana or sono del Decreto Cultura e Turismo da parte dell’Esecutivo, all’interno del quale sono state prefigurate forme di agevolazioni per la riqualificazione e la digitalizzazione delle aziende, è quanto mai necessario che le imprese, in debito di ossigeno a causa di un mercato interno da troppo tempo in stagnazione se non in contrazione, possano beneficiare di corsie preferenziali di finanziamento per accelerare quelle opere di ammodernamento strutturale comunque indispensabili per un rilancio complessivo dell’offerta turistica, anche in vista dei cospicui aumenti di turisti previsti, a detta di tutti gli osservatori, dal resto del mondo.

Via | Federalberghi

  • shares
  • Mail