Export tessile: l'India supera l'Italia

Nel 2012-2013 le esportazioni di tessile indiano sono cresciute da 33 a 40 miliardi di dollari.

L'India mette la freccia, sorpassa l'Italia e la Germania diventando il secondo Paese esportatore di tessile del mondo, subito dietro la Cina.

Secondo i dati dati dell'Un Comtrade, organismo delle Nazioni Unite, menzionati dal Consiglio di promozione indiano dell'export di abbigliamento (Aepc), fra il 2012 e il 2013 l'export di tessile dell'India è cresciuto da 33 a 40 miliardi di dollari, un +21% che ha fatto superare al Paese asiatico sia la locomotiva europea Germania, a 35 miliardi di export, che l'Italia, che era sul secondo gradino del podio con i suoi i 36 miliardi di dollari (+6%).

L'export globale di tessili della Cina sempre nel biennio preso in esame è cresciuto invece da 246 a 274 miliardi di dollari, per un aumento dell'11%.

Il prodotto interno lordo dell'India è salito del 4,7% nell'esercizio 2013-2014, chiusosi a fine marzo, secondo quanto comunicato dall'ufficio nazionale di statistica la settimana scorsa. Percentuale di crescita dell'economia che è al di sotto delle aspettative del governo uscente, a +4,9%, e anche delle stime degli economisti.

Per il secondo anno consecutivo l'India ha un tasso di crescita sotto il 5% e solo nel quarto trimestre dell'esercizio (gennaio-marzo) il pil si è attestato a +4,6% su base tendenziale.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail