Italia: indice Pmi servizi cresce a maggio a 51,6

Il comparto dei servizi cresce per il secondo mese di fila. Il report Markit/Adaci PMI Settore Terziario in Italia.

L'indice Pmi servizi Italia sale a maggio a 51,6 punti dai 51,1 del mese precedente contro un consensus degli analisti emerso da un sondaggio Reuters a 51,5.

Il comparto dei servizi italiano per il secondo mese di fila è in crescita, saldo che resta sopra quota 50, che separa la fase di espansione da quella di contrazione.

Il dato dell'indice Pmi, Purchasing Managers' Index, elaborato da Markit-Adaci in base alla consueta indagine tra i direttori acquisti, riflette il migliorare dei nuovi ordini e la prima espansione degli ordini inevasi.

Il comparto dei servizi, che vale il 70% circa del nostro prodotto interno lordo, comprende un insieme di attività che vanno dalla ristorazione, ai servizi bancari e alberghieri.

Il sotto indice dei nuovi ordini è salito a 52,9 da 51,5 di aprile così come è cresciuto il sotto indice dell'accumulo degli ordini inevasi, per la prima volta in 39 mesi.

Dopo il calo di marzo, l'indice generale rimane sopra i 50 punti, dopo il massimo sui 35 mesi raggiunto a febbraio, pari a 52,9. Phil Smith, economista di Markit, spiega:


"La ripresa del settore terziario resta ancora in fase di esordio, con aziende che si mostrano ancora restie ad aumentare gli organici e ad abbassare le tariffe per accaparrarsi nuovi ordini".

L'indice composito, che racchiude il Pmi manifatturiero e il Pmi servizi, a maggio si è attestato a 52,7 da 52,6 di aprile.

(nel video in alto: indici Pmi dell'Eurozona in calo - ottobre 2011)

Indice pmi servizi Italia

  • shares
  • Mail