Rendite finanziarie: tassa al 26% dal 1° luglio

Il governo deve fare cassa per mantenere le promesse di taglio delle tasse a famiglie e imprese. Quello che si dà con una mano si toglie con l'altra?

Dall'1 luglio 2014 il prelievo fiscale sui depositi, sugli interessi maturati e sui capital gain sale dal 20% al 26%. La decisione di alzare la tassazione sulle (anche piccole) rendite finanziarie è stata presa dal governo Renzi per fare cassa. Fanno eccezione solo i titoli di Stato, per i quali si continuerà a pagare il 12,5%.

La filosofia dell'esecutivo è: tasse più alte sulle rendite finanziarie per abbassarle a famiglie e imprese. Oltre ai famose 80 euro per i redditi medio bassi di sgravio Irpef, da quest'anno le imprese potranno pagare un'aliquota Irap più leggera, che per la generalità dei contribuenti scende dal 3,90 al 3,50%.

Per le società che si occupano di servizi e opere pubbliche l'aliquota passa dal 4,20 al 3,80%, per le banche dal 4,65% al 4,20% e per le assicurazioni dal 5,90 al 5,30%.

I fondi ci sono? Le correzioni per rendere strutturale il bonus di 80 euro, specie per le famiglie monoreddito con due o più figli, per ora sono state rinviate e dovranno trovare spazio nella prossima legge di stabilità (la finanziaria) per l’anno 2015

Così prevede il dl numero 66/2014 che ieri è passato alla camera con 342 voti a favore e 201 contro. A mutare è anche il regime delle tasse riscosse dal ministero degli esteri: la pratica per l’ottenimento della cittadinanza italiana, ora costerà 300 euro.

Il governo, come riporta ItaliaOggi, sostiene che:


gli atti di riconoscimento hanno visto negli ultimi anni una crescita esponenziale, che renderebbe irragionevole mantenere la gratuità della relativa pratica amministrativa.

Anche per i passaporti si pagherà di più: 118 euro al rilascio contro gli 85 di oggi. Sparisce invece la concessione governativa di 40,29 euro da applicare annualmente se si usa il documento fuori dai confini dell'Ue, cosa che va però solo a favore dei viaggiatori abituali, per un gettito che sostanzialmente rimarrà invariato secondo il governo.

Aumenti tasse  rendite

  • shares
  • Mail