Prezzi della benzina alle stelle. Codacons: la solita estate di fuoco

L'estate inizia male sul fronte prezzi dei carburanti. Il Codacons denuncia: gli aumenti avranno ripercussioni negative su tutta l'economia.

Nuovi e quasi generalizzati aumenti per i carburanti del weekend in scia con i rincari dell'ultima settimana legati alla crisi irachena che spinge all'insu il prezzo del petrolio sui mercati internazionali.

Tra sabato e stamattina secondo Staffetta Quotidiana gli aumenti di prezzo della benzina vanno da 0,5 centismi di Esso ai 15 millesimi di Q8. I prezzi consigliati sono stati ritoccati da tutte le compagnie tranne Eni e TotalErg.

Il Codacons in una nota osserva come i prezzi di benzina e gasolio stiano subendo negli ultimi giorni aumenti vertiginosi con molte pompe di benzina che hanno già bucato la soglia di 1,90 euro per un litro di "verde" - 1,906 euro, in varie zone del paese.

Questioni geopolitiche a parte, non è che si calca un po' la mano con l'avvio della stagione estiva? Quella che si prepara rischia insomma di essere:

''la solita estate di fuoco per gli automobilisti italiani, abituati oramai a subire rincari dei listini in occasione delle partenze per le vacanze. Aumenti dei carburanti che avranno ripercussioni negative su tutta l'economia, determinando rincari generalizzati dei prezzi al dettaglio e spinte al rialzo dell'inflazione. Per questo motivo rivolgiamo un appello al Premier Matteo Renzi, affinché intervenga per evitare il solito massacro sugli italiani in vacanza, e adotti provvedimenti per sanzionare le speculazioni sui carburanti e frenare la crescita dei listini''

denuncia il presidente dell'associazione Carlo Rienzi. Intanto a causa delle recenti agitazioni dei benzinai, dopo lo sciopero del 18 giugno sono previsti disagi per gli automobilisti disagi per tutto il mese di giugno.

Benzina prezzi giugno luglio

  • shares
  • Mail