Inflazione ancora in frenata, carrello della spesa ai minimi dal 1997

Prezzi e consumi sempre al palo. Carrello della spesa -0,5%, ai minimi dal 1997.

L’inflazione è ancora in calo a giugno 2014 secondo le stime preliminari dell’Istat. L'indice nazionale dei prezzi al consumo per l'intera collettività, al lordo dei tabacchi, è cresciuto dello 0,1% rispetto al precedente mese di maggio e dello 0,3% su giugno 2013, in decelerazione rispetto alla stima di maggio scorso (+0,5%), per una quota che non veniva raggiunta dal 2009. Il livello più basso dell'ultimo lustro insomma.

Il calo dell'inflazione è da ascrivere soprattutto all'accentuarsi della diminuzione dei prezzi degli alimentari non lavorati, in misura minore contribuisce anche la frenata della crescita tendenziale dei prezzi degli alimentari lavorati, dei beni energetici non regolamentati e dei Servizi relativi all'abitazione.

La cosiddetta inflazione di fondo, ovvero al netto degli alimentari freschi e dei beni energetici, cala a giugno allo 0,7%, dallo 0,8% di maggio. Al netto dei soli beni energetici l'indice si porta allo 0,5%, dal +0,6% del mese prima.

L'aumento su base congiunturale (sul mese) dell'indice generale è da imputare in larga parte agli aumenti (influenzati da fattori di natura stagionale) dei prezzi dei trasporti (+0,7%).

L'inflazione acquisita per il 2014 rimane stazionaria, allo 0,3%. Rispetto a giugno dell'anno scorso i prezzi dei beni sono scesi dello 0,3%, dal -0,1% di maggio, mentre il tasso di crescita dei prezzi dei servizi è calato allo 0,8%, dal +0,9% del precedente mese. Lo spread inflazionistico tra servizi e beni si allarga così di un decimo di punto percentuale nel confronto con maggio 2014.

I prezzi dei beni alimentari, per la cura della casa e della persona - il cosiddetto carrello della spesa - rimangono stabili su base mensile mentre si riducono dello 0,5% su base annua, da +0,1% del mese precedente, ai minimi dal 1997.

I prezzi dei prodotti ad alta frequenza di acquisto a giugno sono invece cresciuti dello 0,1% sul mese precedente e dello 0,3% su giugno 2013 (dal +0,5% di maggio).

L'indice armonizzato dei prezzi al consumo (IPCA) è aumentato dello 0,1% sul mese e dello 0,2% sull'anno, in decelerata di due decimi di punto percentuale rispetto al precedente mese di maggio (+0,4%).

Inflazione crolla

  • shares
  • Mail