80 euro a pensionati e disoccupati: bonus al via

Le istruzioni dell'INPS per il bonus di 80 euro anche a pensionati e disoccupati. Primi pagamenti da giugno.

Il bonus di 80 euro del governo Renzi arriva anche per disoccupati e pensionati. Così oltre ai lavoratori dipendenti dal reddito medio-basso ora anche queste altre due categorie beneficeranno della misura, da cui a questo punto rimangono fuori sono autonomi e liberi professionisti

Per i disoccupati il pagamento è stato disposto già in questi giorni. Sarà l'Inps ad avvisare con un sms gli interessati alla concessione del bonus fiscale. Per i pensionati il bonus ci sarà a partire dalla rata di pensione del mese di luglio.

L'istituto di previdenza sociale nel messaggio numero 5661/2014 pubblica anche il nuovo modello SPR150 con cui si potrà chiedere all’Inps di non riconoscere il bonus o l’attribuzione dello stesso a condizioni diverse da quelle note allo stesso ente previdenziale.

Le istruzioni diffuse dall'Inps riguardano un credito d’imposta di 640 euro, 80 euro mensili da maggio a dicembre 2014, che com'è ormai noto è attribuito a chi ha un reddito da lavoro dipendente non superiore a 26.000 euro l'anno.

Nella platea dei potenziali beneficiari anche quanti percepiscono le prestazioni a sostegno al reddito dell’Inps, per eventi temporanei e non prevedibili che sorgono durante il rapporto di lavoro o alla fine, quindi mobilità, Aspi, mini-Aspi, e così via.

Come spiega l'Inps per queste prestazioni (circolare numero 67/2014) il bonus è riconosciuto automaticamente a seconda dei dati in possesso dell’istituto di previdenza.

Per quanto riguarda l’erogazione ai disoccupati, il pagamento del primo bonus ha per termine il 30 giugno 2014, e per i numeri esistenti negli archivi dell’Inps, ai beneficiari arriverà un Sms.

I pensionati e i titolari di prestazioni di accompagnamento alla pensione per ragioni tecniche percepiranno invece il bonus a partire da luglio 2014. In questo caso la comunicazione diretta del pagamento del bonus avverrà con un’informativa nel proprio cassetto previdenziale online, per quei cittadini registrati sul sito dell’Inps.

Il bonus viene erogato come detto in automatico dall’Inps, ma i cittadini possono sempre rinunciarvi con apposita dichiarazione o chiedere il riconoscimento del credito d'imposta in forme diverse.

Nel dettaglio, spiega l’Inps, coloro i quali non hanno i requisiti per il riconoscimento del bonus devono darne comunicazione all'ente che provvederà al recupero del credito d'imposta, se già erogato, dai pagamenti successivi o con il conguaglio di fine anno. Mentre quanti oltre a essere titolare di prestazioni Inps, sono allo stesso tempo titolari di altri redditi da lavoro dipendente - i cui importi singolarmente considerati darebbero diritto al bonus ma complessivamente considerati supererebbero la soglia massima (26.000 annui) - devono darne comunicazione all’Inps, che in tal caso non riconoscerà l'agevolazione.

80 euro p iva

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: