Istat: prezzi delle case ancora in calo, -10,4% in 4 anni

Prezzi giù dello 0,7% rispetto all'ultimo trimestre 2013 e del 4,6% su base tendenziale.

Aggiornamento ore 11.12. Il calo su base congiunturale dei prezzi della case è dato dalla sintesi della diminuzione dei prezzi sia delle abitazioni esistenti (-0,8%) sia di quelle nuove (-0,1%), anche se i cali congiunturali sono in progressiva attenuazione rispetto ai trimestri precedenti. La flessione tendenziale è più contenuta e va letta come sintesi delle diminuzioni su base annua dei prezzi sia delle abitazioni esistenti (-5,3%) che di quelle nuove (-2,6%). Anche su base annua c’è un ridimensionamento delle riduzioni rispetto ai precedenti trimestri, dopo il minimo (-6%) fatto segnare nei primi tre mesi del 2013. ?A crescere è invece il differenziale in valore assoluto tra la variazione tendenziale dei prezzi delle abitazioni esistenti e quella dei prezzi delle case nuove, al 2,7%, dopo il minimo registrato nel quarto trimestre del 2013 (2,4%). E se i dati dell'Agenzia del Territorio sul primo trimestre 2014 parlano di un +4,1% tendenziale per le compravendite residenziali, c'è da considerare che quei numeri sono al lordo dello slittamento di molti rogiti dall'ultimo trimestre 2013 al trimestre successivo, per beneficiare dell’imposta di registro più favorevole.

Il mercato del mattone non riesce a rialzare la testa. I prezzi delle case continuano a scendere. Secondo quanto comunica l'Istat oggi nelle sue stime preliminari nel primo trimestre dell'anno in corso, l'indice dei prezzi delle abitazioni acquistate dalle famiglie, sia per fini abitativi che di investimento, è sceso dello 0,7% rispetto al trimestre precedente e addirittura del 4,6% su base tendenziale, cioè nei confronti dello stesso periodo del 2013.

"Si conferma, pertanto, la tendenza al calo congiunturale e tendenziale dei prezzi delle abitazioni in atto da oltre due anni".

nota l'istituto nazionale di Statistica che osserva pure che negli ultimi quattro anni i prezzi delle case si sono ridotti del 10,4%.

La flessione dei prezzi delle abitazioni registrata dall’Ipab (indice dei prezzi delle abitazioni) rispetto al 2010 (anno base dell’indice) nel primo trimestre del 2014 ha superato quindi i dieci punti percentuali ed:


“è dovuta esclusivamente alle abitazioni esistenti, i cui prezzi, nello stesso periodo, sono scesi del 15%, mentre la variazione di quelli delle abitazioni nuove risulta lievemente positiva (+0,8%)”

spiegano dall'Istat.

Case prezzi giù

  • shares
  • Mail