Quote latte, Italia multata dall'Ue per 1,395 miliardi di euro

Tra il 1995 e il 2009 sono state superate le quote di produzione.

La Commissione europea ha annunciato oggi di avere pronto per l'Italia un parere motivato che invita Roma a recuperare 1,395 miliardi di euro presso i produttori di latte italiani che hanno superato le quote di produzione loro assegnate tra il 1995 e il 2009.

La procedura di infrazione era stata aperta il 20 giugno 2013 quando l'Italia ha ricevuto una lettera di "messa in mora". Ora siamo alla seconda tappa, ossia al "parere motivato". La Commissione europea fa notare che rispetto a una montare globale di 2,265 miliardi di euro di multe accumulate tra il 1995 e il 2009 dai produttori italiani, si devono ancora recuperare 1,395 miliardi di euro perché le autorità italiane non hanno messo in atto misure sufficienti per assicurare che le somme dovute vengano pagate.

La Commissione europea bacchetta l'Italia facendo notare quali sono le conseguenze del mancato recupero di queste somme, conseguenze che si fanno sentire sia sul bilancio nazionale sia a livello europeo. In particolare da Bruxelles scrivono:

"L’incapacità dell’Italia ad assicurare il recupero effettivo di queste multe compromette gli sforzi europei per stabilizzare il mercato dei prodotti lattieri, provocando distorsioni di concorrenza con gli altri produttori europei ed italiani, che hanno rispettato le quote di produzione o che hanno pagato le loro multe"

E a livello nazionale il fatto di non essere riusciti a recuperare il denaro dai produttori di latte incide sulle tasche di tutti i contribuenti italiani perché la multa prima o poi, in un modo o in un altro, andrà pagata. Questa è l'ennesima brutta figura che l'Italia fa a livello europeo sulla questione delle quote latte.

Italia multata per le quote latte

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail