Debito pubblico a quota 2.166,3 miliardi a maggio, nuovo massimo

Il nostro debito pubblico a maggio è cresciuto di 20 miliardi.

Di record negativo in record negativo il debito delle amministrazioni pubbliche italiane sale a maggio 2014 di 20 miliardi, raggiungendo il suo nuovo massimo storico, pari a 2.166,3 miliardi.

Secondo i dati diffusi oggi dalla Banca d'Italia l'incremento del debito pubblico è ascrivibile per 5,5 miliardi al fabbisogno delle amministrazioni pubbliche e per 14,9 miliardi all'aumento delle disponibilità liquide del Tesoro (a fine maggio uguali a 92,3 miliardi, dai 62,4 mld di maggio 2013).

E ancora hanno influito l'emissione di titoli sopra la pari e l'apprezzamento dell'euro. Gli effetti della rivalutazione dei Buoni poliennali del Tesoro indicizzati all'inflazione (BTPi) invece hanno bilanciato l'aumento del debito per 0,4 miliardi.

Vedendo il dettaglio dei sottosettori nel supplemento di finanza pubblica al bollettino statistico di Palazzo Koch si legge che il debito delle amministrazioni centrali è cresciuto di 20,9 miliardi, quello delle amministrazioni locali è calato di 0,9 miliardi mentre il debito degli enti di previdenza è rimasto in sostanza invariato.

IMG_Bankitalia Sede di Roma Via XXsettembre

© Foto Soldiblog.it

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: