La guerra dei Bot (parte seconda).

show_imagine.jpg Ieri, come tutti sappiamo, si è svolto l'ultimo confronto tra Prodi e Berlusconi prima delle elezioni; non so cosa ne pensino gli altri indecisi, ma io dopo averli visti sono più dubbiosa che mai. I temi caldi rimangono quelli fiscali: grande polemica ha suscitato la minaccia di manette ventilata nei giorni scorsi da Prodi nei confronti degli evasori fiscali; scontri (verbali) anche sul ripristino della tassa di successione che, a detta degli esponenti del centro-sinistra, colpirà solo i patrimoni ingenti, mentre alcuni commentatori televisivi (ovviamente schierati a favore del centro-destra) sostengono che la tassazione si applicherà a cifre superiori a € 180 000, il valore di un appartamento di medie dimensioni, situato all'estrema periferia di una grande città come Milano. Staremo a vedere!
Volevo però richiamare l'attenzione su un aspetto del nostro sistema fiscale del quale nessuno parla, ma che proprio ieri è stato portato alla ribalta dal presidente dell'Api-Ip, in un'intervista televisiva: le accise; il petrolio ha ormai raggiunto i 68 dollari al barile e il prezzo della benzina non potrà non risentirne: ebbene, la richiesta del sopracitato personaggio al futuro governo, qualunque esso sia, è proprio l'abbattimento di queste imposte, che costituiscono un buon 70% del prezzo finale del carburante. Questo è davvero un tema scottante, perchè questo tipo di tassa grava in egual misura ( e pesantemente) su tutti, da Paperon De Paperoni alla Piccola Fiammiferaia. Tutto quello che acquistiamo é gravato da imposte, non solo i beni considerati superflui: se qualcuno di voi ha mai fatto la spesa on-line presso una delle catene di supermercati più diffusa in Italia, sa benissimo- perché nella fattura vengono riportati questi dati- che anche riguardo agli alimentari l'Iva gioca un ruolo non indifferente sul prezzo finale dei prodotti; per citare solo un paio di esempi, l'Iva sul latte é pari al 4%, ma sullo yogurt arriva al 10%, sui piatti pronti ( surgelati o meno) al 20%. Provate a pensare a quanto possa pesare sul bilancio familiare mensile questa aliquota.....nessuno ne parla, proprio nessuno, né a destra, né a sinistra e, come ripeto, nel pagamento di queste gabelle non esiste differenza tra chi guadagna € 900 al mese e chi ne intasca 5000. Tema troppo scottante.......

  • shares
  • Mail