Istat: vendite al dettaglio in calo dello 0,7% a maggio

Su base annua l'indice grezzo del valore totale delle vendite mostra una riduzione dello 0,5%.

L'indice destagionalizzato delle vendite al dettaglio è in calo dello 0,7% a maggio, rispetto al mese precedente, a segnalare che i consumi degli italiani seno sempre più asfittici.

Su base annua, rispetto a maggio 2013, l'indice grezzo del valore totale delle vendite mostra una riduzione dello 0,5%. Con i dati diffusi oggi l'Istat spiega che nella media del trimestre marzo-maggio, l'indice evidenzia una leggera flessione su tre mesi precedenti (-0,1%).

Rispetto al precedente mese di aprile 2014, a maggio risultano in flessione anche le vendite di prodotti alimentari (-1,2%) oltre a quelle di prodotti non alimentari (-0,3%).

Rispetto a maggio 2013 le variazioni negative su base annua si registrano sia per le vendite di prodotti alimentari (-0,5%) che per quelle di prodotti non alimentari (-0,6%).

Guardando alla forma distributiva, rispetto a maggio dell'anno scorso, le vendite della grande distribuzione rimangono stabili mentre per le imprese operanti su piccole superfici la variazione è negativa (-1,1%).

Nei primi cinque mesi del 2014, l'indice grezzo delle vendite al minuto scende dello 0,7% rispetto allo stesso periodo del 2013 con le vendite di prodotti alimentari in calo dello 0,4% e quelle di prodotti non alimentari giù dello 0,8%.

Vendite al dettaglio maggio Istat

  • shares
  • Mail