Padoan: "Economia peggio del previsto"

Padoan dribbla le polemiche con Cottarelli sulla spending review

Al termine di un vertice con l'omologo francese Michel Sapin il ministro dell'Economia italiano Pier Carlo Padoan ha fatto il punto sulle critiche di Carlo Cottarelli sulla spending review, sostanzialmente scansando le domande dei cronisti, ma rispondendo comunque alle domande sui recenti dati (disoccupazione e crescita) che mostrano una realtà lontana dalle aspettative.

"La situazione dell'economia è meno favorevole. Serve uno sforzo per sostenere la crescita in un contesto di consolidamento delle finanze. [...] La situazione economica è meno favorevole di quello che speravamo a inizio dell'anno - spiega ai giornalisti - e questo incide sulla crescita e sui conti pubblici di tutti i Paesi."

Una posizione, quella di Padoan, che viene ampliata a respiro europeo e non focalizzata sui conti pubblici italiani: a dimostrazione di questo sono le dichiarazioni del francese Sapin, che in conferenza stampa ha auspicato il varo di politiche europee per sostenere la crescita anche a livello continentale.

Mettendo al centro dell'attenzione l'unità e la comunione d'intenti tra Italia e Francia, Sapin ha anche perlato di bilanci pubblici:

"Non dobbiamo voltare le spalle allo sforzo di riduzione del debito. Abbiamo bisogno di riforme strutturali non solo per fare risparmi ma per ritrovare un potenziale di crescita superiore a quello registrato oggi."

Padoan ha preferito non rispondere alle critiche di Cottarelli, che pure non è il primo commissario alla spending review, che pure è stato voluto fortemente da Matteo Renzi, che pure lascia (pare) adducendo le medesime motivazioni di chi lo ha preceduto: se del Gattopardo è oramai impossibile parlarne le forme, questi si delinea chiaramente a posteriori.

Una polemica, quella di Cottarelli, che sarebbe "strumentale" (scriveva l'Ansa citando fonti ministeriali) ad un'altra polemica, sul governo: obiettivo del commissario alla spending invece sarebbero state le elefantiache procedure parlamentari, che ne rallenterebbero (anzi bloccherebbero) l'operato.

ITALY-FRANCE-ECONOMY-PADOAN

  • shares
  • Mail