Produzione industriale eurozona -0,3% a giugno

La produzione del settore industriale è invece stabile su base annua.

Eurostat, l'istituto centrale di statistica dell'Ue, diffonde oggi dati sulla produzione industriale nell'eurozona a 18 paesi che a giugno ha subito una flessione dello 0,3% rispetto al precedente mese di maggio mentre è rimasta invariata su base annua. A maggio la produzione industriale era già calata dell'1,1% mensile.

Il tasso scende così ai nuovi minimi da ottobre 2013, con la piena ripresa di Eurolandia che si allontana ancora. Il calo della produzione industriale nell'Eurozona è imputabile soprattutto ai minori contributi forniti dai comparti dei beni non-durevoli ed energia, che hanno fatto segnare riduzioni rispettivamente dell'1,9% (+1,7% annuo) e dello 0,7% (+3,4% annuo).


Sostanzialmente stabili i beni strumentali (-0,1% annuo), mentre sono risultate in miglioramento le performance dei beni intermedi (+0,4% mese su mese e +0,2% annuo) e dei beni di consumo durevoli (+2,3% mensile, +1,8% annuo). A mostrare i maggiori cali della produzione sono stati Irlanda (-16,5%), Olanda (-3%) e Lituania (-2,7%), i rialzi più significativi invece a Malta (5,2%) in Danimarca (2,4%) e in Ungheria (1,8%).

Nell'Unione europea a 28 paesi la produzione industriale sempre a giugno è andata giù dello 0,1% mensile, ma è cresciuta dello 0,7% annuale. In Italia nello stesso mese la produzione industriale è salita dello 0,9% mensile e dello 0,4% annuale.

Produzione industriale Eurozona agosto

  • shares
  • Mail