Istat: fiducia delle imprese in calo ad agosto, deluse le aspettative

Il calo, inatteso, è la sintesi del peggioramento della fiducia delle imprese di tutti i settori.

Insieme al clima di fiducia dei consumatori anche la fiducia delle imprese italiane torna a scendere ad agosto con il balzo fatto segnare a luglio, che aveva portato l'indicatore sui massimi da tre anni, completamente cancellato. L'economia italiana del resto è in recessione dopo due trimestri di Pil con il segno meno.

L'indice complessivo calcolato dall'Istat si attesta a 88,2 da 90,8 del mese scorso. Il calo smentisce le aspettative degli analisti che avevano
previsto una fiducia in rialzo a 99,2 punti ed è la sintesi del peggioramento della fiducia delle imprese di tutti i settori: manifatturiero, dei servizi di mercato, delle costruzioni e del commercio al dettaglio.

Nel dettaglio l'indice del clima di fiducia delle imprese manifatturiere cala a 95,7 da 99,1 di luglio, con un peggioramento dei giudizi sia sugli ordini che sulle attese di produzione (da -23 a -24 e da 7 a 1 i saldi). Il saldo sui giudizi sulle scorte di magazzino passa da 0 a 3.

Il clima di fiducia per raggruppamenti principali di industrie (Rpi) mostra peggioramenti per i beni di consumo (da 98,0 a 94,8), per i beni intermedi (da 101,7 a 97,0 il saldo) e per i beni strumentali (da 97,0 a 95,7).

Relativamente all'indice del clima di fiducia delle imprese di costruzione questo cala a 77,0 da 83,0 di luglio. A peggiorare sono i giudizi sugli ordini e piani di costruzione (da -45 a -48) così come le attese sull'occupazione (da -14 a -22).

E siamo all'indice destagionalizzato del clima di fiducia delle imprese dei servizi che invece scende a 87,5 da 92,3 di luglio, come il saldo dei giudizi sugli ordini che passa da -5 a -11, mentre sale di poco, da -6 a -5, il saldo sulle attese. In contrazione sono anche le aspettative sull'andamento dell'economia in generale, con il saldo che passa da -24 a -33.

Per quel che riguarda il commercio al dettaglio, l'indice del clima di fiducia cala ad agosto a 98,3 da 101,4 di luglio, con un peggioramento sia nella grande distribuzione (saldo da 101,0 a 97,2) che in quella tradizionale (saldo da 102,7 a 99,3).

Fiducia imprese dicembre 2013

  • shares
  • Mail