Il conto energia fa il giro del mondo...a piedi!

Efficienza energetica Se a Rotterdam le discoteche si animano e producono energia dalle micro-oscillazioni prodotte dai corpi in movimento e a Tokyo migliaia di passi in metropolitana generano elettricità, in Italia i palazzi mettono cappotti di coibentazione per diminuire la dispersione energetica. Come dire paese che vai usanza che trovi.
La legge Finanziaria, come più volte ribadito negli ultimi mesi, ha varato una serie di provvedimenti per il risparmio energetico miranti ad un miglioramento nell'efficienza dello sfruttamento energetico su più fronti: dall'aumento della capacità produttiva dei privati all'azzeramento della dispersione ambientale. Considerando che il 70% dei consumi di una famiglia media derivano dal riscaldamento degli ambienti domestici i provvedimenti vanno ad incidere proprio sui consumi energetici del focolare. Con spese di ristrutturazione per interventi di coibentazione si può sul lungo periodo risparmiare fino al 30% della bolletta. Il risparmio in questo caso è doppio, da un lato energetico e dall'altro monetario.

Quanto spende una famiglia in energia all'anno? Secondo Federconsumatori si spenderebbe in media per un m3 di metano 73 centesimi che applicati ai seguenti quantitativi portano ad una forchette di spesa energetica di 700 Euro tra gli appartamenti ad alto consumo (intorno ai 1.000 Euro annui) e stabili a consumo minimo (intorno ai 300 Euro).

Tabella dei consumi energetici domestici

Il risparmio raggiunto con le ristrutturazioni ecologiche può quindi generare un risparmio fino a 2/3 sulla bolletta energetica, ammortizzando quindi velocemente anche i costi di ristrutturazione, soggetti ad incentivo pubblico.
Riassumendo brevemente questi sono gli interventi agevolativi previsti in finanziaria per il risparmio energetico:

Caldaie, pannelli, isolamenti termici

Aumenta la detrazione Irpef dal 36% al 55% per l'aumento dell'efficienza energetica con i seguenti massimali contributivi per tipologia di intervento:


  • riduzione dei consumi complessivi di energia: 100 mila Euro

  • installazione di pannelli solari per acqua calda e riscaldamento, interventi di isolamento di pavimenti, pareti e finestre ad lata prestazione energetica: 60 mila Euro

  • installazione di caldaie a condensazione: 30 mila Euro

Frigoriferi e congelatori

Bonus fino a 200 Euro per la sostituzione di frigoriferi e congelatori di classe non inferiore ad A+ ( questi modelli garantiscono una capacità di risparmio del 25% rispetto ai modelli di classe "A" e un maggior rispetto dell'ambiente). Il massimale di spesa ammissibile previsto per l'acquisto del nuovo frigorifero è di 1.000 Euro.

Illuminazione

Deduzione fiscale del 36% per i commercianti che sostituiscono gli apparecchi di illuminazione con sistemi ad alta efficienza energetica negli esercizi commerciali. In sostanza, chi scegli lampade fluorescenti negli ambienti interni e lampade a vapore di sodio in quelli esterni beneficerà dell'agevolazione (consulta il sito della Philips)

Pannelli fotovoltaici

Lo scambio sul posto viene ammesso per impianti fino ai 200 kW/h e consente ai cittadini produttori di energia di vendere un Kw a 0,49 Euro allo stato, che provvederà a scontare la sovraproduzione in bolletta.

Auto a metano e GPL

Diminuisce del 20% il carico fiscale per il Gpl che consente un risparmio alla pompa di circa 38 centesimo a litro Iva inclusa. Sono inoltre previsti incentivi per la riconversione di impianti di carburazione a metano o Gpl ed in particolare:


  • 650 Euro per la riconversione entro i 3 anni dall'immatrcolazione dell'auto

  • 350 Euro per interventi su Auto Euro 0 e Euro 1.

Chi acquisti un auto a metano o a Gpl avrà uno sconto di 1.500 Euro incrementabili di ulteriori 500 per emissioni di CO2 inferiori ai 120 grammi.

Incentivi per l'installazione di motori industriali ad alta efficienza e a velocità variabile

Per motori ad elevata efficienza, di potenza elettrica compresa tra 5 e 90 Kw, è prevista una detrazione fiscale in un'unica rata, per una quota pari al 20% degli importi a carico del contribuente, per un ammontare complessivo (comprensivo delle spese di installazione non superiore a 1.500 € per ciascun motore). Nel caso, invece, di acquisto o installazione di inverter su impianti con potenza elettrica compresa tra 7,5 e 90 KW, la soglia massima per la detrazione è pari a 1.500 €. (cfr. anche "Decreto ministeriale applicativo finanziaria su motori e inverter")

  • shares
  • Mail