Coldiretti, Italia in deflazione: prezzi verdure -12%, frutta -9%

L'analisi di Coldiretti: gli italiani una volta toccato il fondo hanno iniziato a tagliare anche sul cibo riducendo gli sprechi e orientandosi verso prodotti low cost, ma ad alto rischio. Acquisti alimentari indietro di oltre 33 anni.

Con l'economia italiana in recessione e la deflazione certificata dall'Istat - quella spirale di consumi al palo e prezzi bassi che si autoalimenta bloccando il circuito economico - Coldiretti registra lo spaventoso calo del prezzo della verdura sceso del 12,2%, mentre quello della frutta, nonostante la stagione estiva, è calato dell'8,9%.

L'analisi della Coldiretti sulla base dei dati Istat in relazione ai prezzi dei prodotti agricoli traccia un quadro a tinte fosche sull'andamento dell'indice dei prezzi al consumo, parlando di una:

"deflazione shock, con il 4,8% di media di crollo dei prezzi a causa della spirale recessiva e della crisi. L'andamento dei prezzi riflette in generale una situazione difficile sul lato degli acquisti alimentari, che sono tornati indietro di oltre 33 anni, ai livelli minimi del 1981".

E ancora:

"Gli italiani nei primi anni della crisi hanno rinunciato soprattutto ad acquistare beni non essenziali, ma, una volta toccato il fondo, hanno iniziato a tagliare anche sul cibo riducendo al minimo gli sprechi e orientandosi verso prodotti low cost, ma ad alto rischio".

Per le famiglie italiane sempre più in difficoltà ad arrivare a fine mese è diventato difficile anche mettere insieme un pranzo e una cena, costrette a stringere la cinghia anche sui beni alimentari, come confermano anche i dati sui redditi fermi a 30 anni fa diffusi oggi da Confcommercio. Con buona pace degli 80 euro di Renzi per 10 mln di italiani lavoratori dipendenti, bonus che secondo il governo e autorevoli istituti di ricerca (Censis) avrebbe ben contribuito a far ripartire i consumi e che invece su questo fronte si è finora rivelato un flop.

deflazione prezzi  verdura frutta

  • shares
  • Mail