Eurozona, prezzi in salita ad agosto: +0,4%. Italia in deflazione

I dati Eurostat: la Slovenia è l'unico paese europeo con zero inflazione.

Ad agosto 2014 il tasso di inflazione nella zona euro si è attestato allo 0,4% su base annua, secondo quanto comunica questa mattina l'ufficio di statistica europeo Eurostat che ha rivisto al rialzo la sua stima flash dello scorso 29 agosto che vedeva l'indice dei prezzi al consumo non oltre lo 0,3%.

Anche nel precedente mese di luglio l'inflazione di Eurolandia aveva risalito leggermente la china, portandosi già allo 0,4%. La Bce di recente ha disposto nuove misure espansive di politica monetaria in modo da allontanare dall'area euro il fantasma della deflazione, già manifestatosi in 8 paesi dell'Unione.

Per l'Unione europea a 28 Paesi, Eurostat segnala un tasso di inflazione che su base annua si attesta allo 0,5% ad agosto, anche qui si tratta dello stesso dato di luglio. Il mese scorso i paesi europei con un tasso di inflazione negativo, cioè in deflazione sono risultati otto tra cui l'Italia, che dopo 55 anni vede l'indice dei prezzi al consumo per l'intera collettività assumere un valore sotto lo zero.

Gli altri Stati del vecchio continente avvolti nel circolo vizioso dei bassi consumi-bassi prezzi sono Bulgaria (-1%), Spagna (-0,5%), Estonia, Slovacchia e Grecia (-0,2%), Polonia e Portogallo (-0,1%).

La Slovenia invece è l'unico paese con zero inflazione mentre Austria e Regno Unito possono vantare i tassi di inflazione più alti dell'Unione europea, per entrambi gli Stati l'indice dei prezzi fa segnare un +1,5% su base annua ad agosto.

Sempre Euostat stamane comunica nella sua stima preliminare che la produzione edilizia è rimasta stabile a luglio sia nella zona euro che nell'Unione a 28 Paesi, dopo il calo registrato a giugno (0,4%) e maggio (0,1%). Su base tendenziale l'aumento è dello 0,4% nell'eurozona e 0,6% nell'Ue a 28.

A luglio gli aumenti maggiori della produzione edile sono stati registrati in Ungheria (+3,9%), Germania (+1,7%), Spagna e Svezia (+1%). I cali maggiori in Repubblica Ceca, (-3,1%), Slovenia (-2,1%), Francia (-1,5%) e Polonia (-1%).

Inflazione AGOSTO

  • shares
  • Mail