Fiducia di consumatori e imprese dell'Eurozona in calo a settembre

L'Economic Sentiment Indicator di settembre calcolato dalla Commissione europea.

La fiducia dei consumatori e delle imprese d'Europa a settembre 2014 cala, secondo la lettura finale della Commissione UE, di un punto nell'Unione Europea a 28 paesi, per attestarsi a 103,6, e di 0,7 punti nell'eurozona, dove si attesta a 99,9.

Il dato è in linea con le previsioni, ma ciò non toglie che in ogni caso le aspettative di famiglie e imprese d'Europa sulla situazione economica siano in peggioramento.

Come visto il dato sul sentimento economico, calcolato tutti mesi sulla base degli indicatori della fiducia dei consumatori e dei responsabili dei diversi settori produttivi ed economici, risulta in flessione sia in Eurolandia, dove torna sotto la media di lungo periodo (100) che aveva superato solo a dicembre 2013, sia nell'intera Unione Europea.

L'andamento negativo secondo la Commissione europea riflette le previsioni "più caute" da parte dei consumatori da parte del settore del commercio al dettaglio.

Nel dettaglio dei singoli Paesi dell'area euro, l'indice Esi (Economic Sentiment Indicator) calcolato ogni mese dalla Commissione europea ha registrato una flessione pari allo 0,9 in Italia e allo 0,3 in Germaniamentre ha fatto segnare aumenti in Francia (+0,2) Olanda (+0,3) e Spagna (+0,5).

(Nel video in alto: Cresce la fiducia di imprese e consumatori di eurolandia - luglio 2013)

Fiducia eurozona settembre

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail