Pensioni, INPS: una su due inferiore a 1.000 euro

Il 13,4% dei pensionati prende un assegno sotto i 500 euro mensili.

Quasi un pensionato su due percepisce un reddito mensile inferiore a 1.000 euro mentre un pensionato su sette non arriva nemmeno a 500 euro al mese. Sono i dati contenuti nel Bilancio sociale dell'Inps sulla distribuzione dei redditi da pensione.

Secondo l'istituto nazionale di previdenza il 43,5% dei pensionati, 6,8 milioni circa di persone, prende un reddito medio da pensione sotto i mille euro al mese, per una spesa complessiva annua che risulta pari a 52,4 miliardi di euro.

Per reddito pensionistico medio si intende la somma di tutti i redditi da pensione, sia di natura previdenziale sia assistenziale, percepiti nell'anno dall'ex lavoratore.

Il 26% dei pensionati, 4 milioni di persone circa, prende tra 1.000 e 1.500 euro mensili per un importo totale di 66,2 miliardi di euro, pari a un quarto della spesa pensionistica complessiva sostenuta dall'Inps.

Altri 2,3 milioni di pensionati (il 15%) prendono più di 2.000 euro al mese per una spesa totale di 94 miliardi all'anno. In questa fascia di pensioni ricche rispetto alla media ci sono 676.000 beneficiari che prendono un assegno pensionistico superiore a 3.000 euro al mese, per un importo complessivo di 38 miliardi di euro.

L'anno scorso l'Inps ha erogato circa 21 milioni di pensioni, dato in leggero calo (-0,6%) rispetto al 2012. La spesa previdenziale totale è stata pari a 241,9 miliardi di euro, il 2,2% in più rispetto ai 236,7 miliardi del 2012. La spesa assistenziale ha invece superato i 25 miliardi di euro, l'1,5% in più sull'anno precedente.

Il Rapporto sociale Inps spiega anche che nel 2013 sono state liquidate 1,1 milioni di pensioni, il 53,7% delle quali di natura previdenziale e il 46,3% di natura assistenziale, con le prime che hanno un importo medio mensile di 1.043,90 euro e le seconde di 423,33 euro.

Pensioni-ultime-notizie

  • shares
  • Mail