Detrazioni e retroattività, Grilli: aperti a modifiche in Parlamento

C’è margine di discussione in Parlamento per modifiche alla retroattività del taglio alle detrazioni fiscali? Così sembrerebbe dopo che il ministro dell’Economia Vittorio Grilli stamane rispondendo ai giornalisti che gli chiedevano proprio di questo ha detto:

“Siamo aperti alla discussione su tutto".

La retroattività del taglio alle detrazioni e deduzioni, contenuta nel disegno di legge di stabilità del governo, sarebbe operativa già dalla prossima dichiarazione dei redditi, a maggio 2013. Contro il taglio degli sconti fiscali si sono schierati praticamente tutti i partiti, sia quelli che sostengono il governo Monti sia quelli più critici, che lamentano il tradimento dei patti con i cittadini-contribuenti.

Quelli interessati dai tagli a detrazioni e deduzioni saranno circa 15 milioni. Grilli, che stava entrando in Parlamento per un'audizione, ha precisato:

"Discuteremo insieme. Si dovrà fare una scelta. Il Parlamento può prendere una decisione diversa, a patto del mantenimento dei vincoli di copertura, pari a 1 miliardo di euro".

Il ministro ha poi aggiunto:

"siamo anche convinti che si debba continuare a tagliare la spesa e a contrastare l'evasione per ridurre la pressione fiscale".

Foto © TMNews

  • shares
  • Mail