Evasione fiscale: l'Iva vale il 40% del totale

Le nuove strategie contro l'elusione e l'evasione fiscale dell’Agenzia delle entrate.

Il 40% di quanto ogni anno viene sottratto al fisco è dato dall'evasione dell'Iva (pari a 29 miliardi di euro, come spiega nel video in alto il deputato di SEL Giovanni Paglia). Di fronte a questo dato l'amministrazione finanziaria ha deciso di concentrarsi di più sul recupero del gettito derivante dall'imposta sul valore aggiunto, contrastando le frodi fiscali e la falsa fatturazione anche facendo mutare la funzione degli studi di settore, trasformandoli da mezzi di accertamento a strumenti di selezione e compliance.

Per quanto riguarda il redditometro, lo strumento d'accertamento presuntivo che misura la congruenza tra redditi e spese, invece l’Agenzia delle entrate prevede in un futuro prossimo che durante la procedura di controllo il redditometro potrebbe prendere anche direzioni diverse dall'accertamento sintetico in senso stretto, per andare verso, ad esempio, delle analisi finanziarie vere e proprie.

A parlare delle nuove strategie contro l'elusione e l'evasione fiscale che saranno messe in pratica dall'amministrazione finanziaria è stato il direttore centrale Accertamento dell’Agenzia delle entrate Aldo Polito, intervenuto ieri a Pisa durante l'undicesima edizione del Pacchetto professioni organizzato dalla Fondazione commercialisti italiani e dall’associazione nazionale commercialisti.

Polito ha spiegato anche le nuove norme previste dal ddl stabilità del governo Renzi sul ravvedimento operoso e l'adempimento volontario sono dei passi in avanti in direzione di un netto cambiamento dei rapporti tra fisco e cittadini-contribuenti.

Agenzia entrate Iva evasione

  • shares
  • Mail