Ski velox, arriva il "codice della pista" per gli sciatori

Ski velox Si incrociano in virtuosi ricami su fondali immacolati ma talvolta si scontrano, anche mortalmente, i numerosi sciatori che affollano insistentemente e spericolatamente le poche e pelate piste abbandonate dalla neve. Il bollettino degli incidenti per velocità non è più solo una triste prerogativa delle strade ma accompagna anche le vie della neve ormai da qualche anno necessitando quindi di un vero e proprio codice della pista. Sono poco più di 26 mila gli incidenti che ogni anno avvengono in Italia sulle piste da sci. A farsi male 8 volte su 10 sono gli sciatori e nei restanti casi i patiti dello snowboard. La collisione con altri appassionati della neve è causa dell'incidente nell'11,3% dei casi ma sci più aerodinamici e sciancrati, piste sempre più complesse, neve artificiale e lastre di ghiaccio non aiutano certo a controllare la velocità. (v. articolo).

Il governo si appresta ad espandere il suo nuovo "pacchetto sicurezza" che già abbraccia stadi e autostrade anche alle piste da sci, ventilando l'ipotesi di uno ski-velox che rilevi la velocità delle discese di professionisti e principianti applicando adeguate sanzioni ai trasgressori.Come nelle migliori tradizioni su strada anche sulle piste potrà essre applicata la revoca dello skipass. Contravvenzioni e potenziamento della vigilanza nonchè un adeguata campagna di formazione e informazione dovrebbero accompagnare l'iniziativa...con un unico ragionevole dubbio, come farà la polizia su pelli di foca a identificare i trasgressori? Chissà che non arrivi l'immatricolazione telaio anche per gli sci e la pettorina-targa per gli sciatori!

In realtà evitare fatali incidenti sulla neve è questione di mero buon senso, secondo il presidente del Collegio nazionale dei maestri di sci Luciano Magnani sarebbero cinque le regole d'oro per una sciata indenne:


    1. Ridurre la velocità;

    2. Non fermarsi mai in mezzo alle piste ma sempre ai lati;

    3. Non sostare dietro ai dossi;

    4. Dare la precedenza agli sciatori che provengono da destra;

    5. Usare il casco e possibilmente iscriversi ai corsi di sci per apprendere i concetti base della sicurezza sugli sci.

Secondo le statistiche la parte preponderante degli incidenti per velocità si verificherebbe, contrariamente all'immaginario collettivo, nelle prime ore del mattino, quando le piste sono ancora lisce e quasi vuote e nel tardo pomeriggio prima della chiusura degli impianti. In questi momenti lo sciatore vedendo la pista sgombra si lancia a tutta velocità perdendo il controllo degli sci... nè più nè meno quanto succede su asfalto.

  • shares
  • Mail