Petrolio, prezzo sotto i 70 dollari al barile

L'organizzazione dei paesi produttori di oro nero ha deciso di non tagliare la produzione.

Aggiornamento - L'agenzia Bloomberg riferisce che il prezzo del petrolio è sceso a 69,91 dollari al barile sul mercato di Londra in seguito alla decisione dell'Opec di non tagliare la produzione.

Dopo la riunione odierna dell'Opec, il ministro del petrolio saudita Al-Naimi ha riferito che non ci sarà alcun taglio alla produzione e il suo collega iraniano Bijan Zanganeh ha detto che non è quello che voleva l'Iran, ma nonostante questo il suo Paese non è arrabbiato con l'Opec.
Subito dopo il barile di Brent è crollato sotto i 70 dollari, a 69,91 e il Wti americano è sceso a 70,97.

Petrolio ai minimi da 4 anni, oggi si riunisce l'Opec


Le quotazioni del petrolio sui mercati asiatici stamattina scendevano ancora, in scia alle aspettative che l'Opec non muti i livelli di produzione, anche se alcuni dei Paesi produttori di greggio che fanno parte del cartello premono per un taglio della produzione in grado di fare da contrappeso ai ribassi dei prezzi.

Il Wti si aggira in area 72,80 dollari, mentre il prezzo del Brent viaggia sui 75,56 dollari al barile, per nuovi minimi da 4 anni a questa parte.

Il taglio della produzione capace di fare risalire le quotazioni del petrolio sarebbe sfumato prima dello stesso vertice Opec di oggi, dopo che ieri del Ministro del petrolio saudita Ali Naimi (nella foto) aveva detto che il mercato "si stabilizzerà da solo". Tradotto: nessun intervento è alle viste. L'Arabia è il 1° produttore mondiale di oro nero.

Tra i fattori che hanno fatto calare il prezzo del petrolio sui mercati internazionali innanzitutto il trend di rallentamento della crescita economica specie in Europa e in Cina con le rispettive banche centrali ora costrette ad adottare politiche monetarie più espansive se non proprio aggressive.

C'è poi un'altra causa strutturale data dall'aumento dell'offerta di gas naturale che deriva dalla frammentazione idrolitica, specie nel Nord America. Il cartello dei Paesi produttori Opec questa volta non ha aggiustato, tagliandola, l'offerta, per contrastare il calo dei prezzi perché gli Stati membri sono impegnati ciascuno a difendere le proprie quote di mercato.

Questo secondo ricostruzioni sarebbe avvenuto anche accordi di fornitura non ufficiali, con un guerra tra membri Opec combattuta a colpi di ribassi.

Opec  prezzo petrolio ai minimi

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail