Casa, prezzi ancora giù: -1,7% rispetto al 2011

L’Istat conferma il periodo non sfavorevole per chi ha deciso di comprare casa. I prezzi delle abitazioni sono in contenuta flessione da due due trimestri a questa parte. Per la precisione nel secondo trimestre del 2012 l'indice dei prezzi delle case acquistate dalle famiglie italiane, per uso abitativo o per investimento, è sceso dello 0,4% in termini congiunturali e dell'1,7% rispetto al 2011.

Nei primi sei mesi dell’anno i prezzi delle abitazioni sono calati in media dello 0,9% rispetto allo stesso periodo del 2011, ribasso dato dall’effetto combinato di un aumento del 3,1% dei prezzi delle case nuove e di una diminuzione del 2,7% dei prezzi di quelle già esistenti. Ma se il leggero calo dei prezzi delle case prosegue ciò non basta certo a far crescere le compravendite, con la crisi che incombe e le alte tasse, a cominciare dall’IMU.

Secondo un recente report del centro studi di Confindustria i prezzi delle case sono sì diminuiti di oltre il 10% negli ultimi 4 anni ma al contempo sono rimasti del 9,2% sopra il livello medio di lungo periodo in relazione alla capacità di spesa delle famiglie data dal reddito disponibile. Nel primo trimestre del 2012, si legge nello studio di Confindustria, le compravendite di abitazioni in Italia hanno fatto registrare un crollo del 19,6% tendenziale.

Foto © TMNews

  • shares
  • Mail