Carburanti: prezzi in calo per benzina, diesel e gpl

La rilevazione odierna di Staffetta Quotidiana sui prezzi dei carburanti alla pompa.

Prezzi dei carburanti in calo presso la rete di distribuzione nazionale come conseguenza del continuo crollo del prezzo del greggio sui mercati internazionali, dopo che l'Opec, il cartello dei paesi produttori, ha deciso di lasciare invariati - non tagliandoli - i livelli di produzione dell'oro nero.

Nel Mediterraneo le quotazioni dei prodotti raffinati continuano a calare, la quotazione della benzina è a 405 euro per mille litri (-1), del diesel a 452 euro per mille litri (-1, a valori arrotondati).

La dinamica si è attenuata rispetto alla scorsa settimana, ma i prezzi dei carburanti alla colonnina oggi fanno segnare decisi ribassi su benzina, diesel e Gpl dopo che ieri il market leader Eni aveva dato il là.

Secondo la rilevazione odierna di Staffetta Quotidiana, questa mattina tutte le compagnie attive sulla rete di distribuzione carburanti nazionale hanno ridotto i prezzi consigliati sia sulla benzina sia sul gasolio, con ribassi compresi tra 0,5 e 2,5 centesimi.

Per quanto riguarda il Gpl, TotalErg, IP e Tamoil hanno tagliato i prezzi consigliati di 2 centesimi al litro, Esso di 0,5 centesimi.

Di conseguenza risultano in calo anche le medie ponderate nazionali dei prezzi tra le diverse compagnie in modalità servito. La benzina scende di 0,8 centesimi per portarsi a 1,691 euro al litro, il diesel cala a 1,614 euro al litro, cioè 0,7 centesimi in meno.

Stabile il Gpl Eni a 0,686 euro al litro, il metano è invece in lieve flessione a 0,99 euro/kg (-0,1 centesimi).

Prezzi-benzina  dicembre 2014

  • shares
  • Mail