Confcommercio, Natale dimesso per 7 italiani su 10

Solo l’85,2 per cento degli italiani metterà i regali sotto l’albero.

Natale dimesso per 7 italiani su 10: è questo il quadro tracciato da un rapporto della Confcommercio, secondo cui il 72,7% degli italiani prevede un Natale “molto dimesso”; la quota è in aumento rispetto al 2013, quando a prevedere un Natale sotto tono era il 69,3% dei cittadini, mentre solo l’85,2 per cento degli italiani metterà i regali sotto l’albero (l’anno scorso erano l’85,8 per cento).

Secondo l'indagine a preoccupare sono soprattutto le imposte, con la Tasi che si "mangia le tredicesime" facendo scendere i consumi per famiglia a prezzi costanti dai 1.329 euro del 2013 a 1.288 euro con una contrazione del 3,1%: di fatto, nonostante l'incremento delle tredicesime, le tasse fagocitano quei pochi soldi in più che gli italiani dipendenti si troverebbero in busta paga.

Carlo Sangalli, presidente di Confcommercio, ha spiegato:

"Redditi al palo, fiducia in calo, ripresa incerta e faticosa con tasse ancora troppo alte rischiano di congelare i consumi anche per questo Natale. Le tasse neutralizzano gli effetti positivi dei bonus da 80 euro e la crescita della tredicesima. Le tasse sottraggono a dicembre 1,4 miliardi di potenziali acquisti. [...] E' necessaria una coraggiosa operazione di fiducia per ridurre le tasse e dare ossigeno ai consumi perché se ripartono i consumi riparte anche il Paese."

Di fatto, al netto di tredicesime e tasse incrementate il saldo di tali differenze si traduce in una 13esima disponibile per consumi inferiore del 3,6%, in calo da 30,8 a 29,7 miliardi.

Secondo l'indicatore di consumi della Confcommercio però a ottobre i consumi, infatti, segnano una variazione nulla rispetto al mese precedente e un calo tendenziale dello 0,5% rispetto allo scorso anno.

Un trend, questa volta europeo, che preoccupa non poco per la ripresa economica che, stando alle ultime informazioni disponibili, prima del gennaio 2016 è difficile che si veda. Almeno in Italia.

  • shares
  • Mail