La Ferrari sta pensando di trasferire la sede fiscale a Londra

Dopo Fiat Chrysler Automobiles Sergio Marchionne potrebbe spostare all'estero anche il Cavallino per pagare meno tasse.

Diventa sempre più insistente il rumor secondo cui la Ferrari sta pensando di trasferire la sua sede fiscale all'estero per pagare meno tasse. La notizia ha cominciato a diffondersi ieri e ne ha parlato Bloomberg, tuttavia non è arrivata ancora alcuna conferma da parte della Fiat Chrysler Automobiles. La Fca, lo ricordiamo, ha sede legale in Olanda e fiscale a Londra con doppia quotazione a Wall Street e a Piazza Affari. Ebbene lo stesso potrebbe fare la sua "costola" di lusso, la Ferrari, che potrebbe trovare dunque un escamotage per pagare meno tasse.

Nonostante la notizia non sia confermata, da qualche parte avrà pure le radici, infatti è molto probabile che il Cavallino abbia fatto almeno una valutazione informale sulla possibilità di spostare la sede fiscale all'estero. Ma la stessa Bloomberg che ha anticipato la news ha tenuto i piedi per terra sottolineando che resta validissima anche l'ipotesi che la residenza fiscale della Ferrari resti in Italia.

In ogni caso, anche se la sede fiscale venisse trasferita, la struttura produttiva e ingegneristica resterete in Italia, a Maranello, anche perché altrimenti ci sarebbero delle forti ripercussioni anche dal punto di vista dell'immagine del Cavallino che da sempre è sinonimo di Made in Italy.

Intanto, anche il semplice rumor, ha già scatenato delle reazioni a livello politico. Per esempio Giorgio Airaudo, responsabile del Lavoro di Sel, ha detto:

"Dopo Fiat anche un altro pezzo della nostra storia automobilistica pensa di trasferire la sede fiscale all’estero per pagare meno tasse. Mentre il presidente del Consiglio Renzi abbassa i diritti dei lavoratori per attrarre investimenti stranieri che non si vedono, nel nostro paese gli ex grandi imprenditori con uno dei sui sponsor, l’uomo di Detroit Sergio Marchionne, appena arrivato alla guida del cavallino pensa subito a non pagare le tasse per la Ferrari in Italia"

Ma anche da destra la notizia è stata ampiamente commentata, anche perché se il trasferimento andasse in porto a fare una brutta figura sarebbe il governo Renzi. Non a caso i giornali di area berlusconiana oggi riportano questa notizia in prima pagina e a caratteri cubitali.

Marchionne potrebbe trasferire la Ferrari all'estero

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail